2003, il canto del cigno di AGP

di |
logomacitynet696wide

Il 2003 sarà  l’€™ultimo anno di dominio incontrastato per lo standard AGP. Dal 2004 farà  il suo debutto il più flessibile e potente PCI Express per schede grafiche sempre più veloci.

Il 2003 dovrebbe essere l’€™ultimo anno di vita ‘€œvitale’€ per AGP. Lo standard per la connettività  delle schede di accelerazione grafica è ormai pronto per essere pensionato e il suo posto preso da PCI Express.

La conferma che la tecnologia sta per essere introdotta sul mercato è arrivata da Intel e da ATI nel corso dell’€™Intel Developer Forum.

I due colossi dell’€™informatica hanno infatti fornito in quel contesto diverse informazioni sullo stato di sviluppo dell’€™architettura che accelererà  in maniera considerevole le comunicazioni tra scheda madre e scheda 3D lasciando intendere che il 2004 sarà  l’€™anno del debutto dei primi computer con PCI Express e schede 3D PCI Express.

Il bus passerà  dal massimo possibile di AGP, ovvero 8x, a 16x con una banda passante di 4 GB/s bidirezionali.

Secondo ATI ed Intel non dovrebbero esserci eccessive difficoltà  nell’€™utilizzo di schede PCI Express in quanto esse sono abbastanza simili dal punto di vista ‘€œmeccanico’€ a quelle AGP. Il problema di maggiore portata potrebbe essere quello determinato dai consumi. Una scheda PCI Express dovrebbe avere la necessità  di alimentazione a 12 Volts contro i 5 che alimentano una porta AGP. Questo potrebbe significare, di contro, anche qualche sfida nel campo del raffreddamento.

Intel e AMD, in ogni caso, rassicurano i produttori di PC e i normali utenti sul fatto che qualche disagio sarà  ampiamente ricompensato. L’€™incremento di prestazioni, infatti, consentirà  di sfruttare pienamente le nuove e potentissime schede che si intravedono all’€™orizzonte, allargando uno dei colli di bottiglia presenti sulle schede madri.

PCI Express, ovviamente, nella fase della sua infanzia convivrà  con AGP la cui versione 8X dovrebbe progressivamente diventare più comune.