3dfx, continuerà  il supporto al Mac

di |
logomacitynet696wide

Dopo le notizie diffuse ieri, secondo cui 3dfx avrebbe abbandonato il mercato delle schede 3D tornando a vendere solo chips, un documento ufficiale precisa: “Non faremo passi indietro, chiuderemo gli impianti ma manterremo il marchio e la produzione affidandola all’esterno”. Confermato anche il supporto al mondo Mac

3dfx non sospenderà  la produzione di schede con un proprio marchio. Semplicemente chiuderà  la propria produzione e si affiderà  ad altre società  per il loro assemblaggio. La precisazione sulle voci che volevano 3dfx fare un passo indietro e ritornare un semplice fornitore di chip, sul modello di Nvidia non erano dunque corrette.
Lo si apprende dalla stessa società  che scrive in un documento sottoposto alla Security and Exchange Commission che “3dfx continuerà  ad avere come riferimento il mercato retail conferendo all’esterno la produzione di schede”. In pratica, se ne deduce, i consumatori potranno continuare ad acquistare schede con il marchio 3dfx e poco importerà  loro che l’assemblaggio verrà  fatto in impianti non di proprietà  di 3dfx stessa.
Resta fondata, invece, la voce secondo la quale i produttori i Voodoo sono interessati a concedere in licenza i loro chip a terze parti, così come accadeva fino a qualche tempo a. In pratica, ammesso che 3dfx riesca a convincere qualcuno ad acquistare i suoi processori, avremo schede Voodoo di 3dfx e di altri produttori.
Infine nel documento sottoposto alla SEC Alex Leupp, CEO di 3dfx, aggiunge che la sua società  è interessata a produrre processori per il mercato OEM e per altri mercati emergenti come quello delle cosiddette “Internet Appliances”, dei cellulari e dei palmari. Su questo fronte 3dfx dovrà  affrontare, però, una fiera concorrenza da parte di ATI e di Nvidia che, al contrario di 3dfx, hanno già  processori adeguati a questo ambito.
Le precisazioni di 3dfx, aggiunte ad alcune dichiarazioni rilasciate a siti Mac, gettano un luce anche sul futuro supporto alla nostra piattaforma che continuerà  ad essere al centro dell’attenzione della società  per il 3D. Secondo dichiarazioni non ancora ufficialmente confermate dai dirigenti responsabili, infatti, la produzione di schede Mac continuerà , anche se affidata (come quelle per Win) ad assemblatori esterni.