ATI: ecco la scheda dei vostri sogni

di |
logomacitynet696wide

Ati ha presentato ieri Radeon, l’acceleratore 3D del futuro. “Sarà  la scheda dei vostri sogni”, dicono alla società  canadese “e avrà  il supporto per Mac”. Ma perchè non per Altivec?

Si chiamerà  Radeon, sarà  la scheda a più alte prestazioni mai vista su un desktop e sarà  disponibile anche per Mac. La notizia che l’atteso nuovo acceleratore 3D di Ati sarà  rilasciata anche per la nostra piattaforma è stata diffusa ieri ufficialmente nel corso della presentazione della scheda avvenuta nel contesto di un evento PC denominato WinHEC, ovvero Windows Hardware Engineering Conference e ribadita nei comunicati stampa della società .
“Radeon – si legge sul sito di ATI – avrà  drivers nativi per Windows, Linux e MacOs”. “Il supporto per MacOs – ribadiscono a Maccentral il component product manager David Nalasco e la retail card product manager Deanna Perkins – è cruciale nelle nostre strategie. Per questo le modalità  video del MacOs sono state integrate nativamente in Radeon”.
Secondo Ati i progettisti della nuova scheda hanno lavorato con in mente due parametri ben precisi: da una parte fornire la massima velocità  possibile in termini di elaborazione 3D, dall’altra offrire questa possibilità  alla massima risoluzione possibile. “L’obbiettivo – dicono ancora alla società  Canadese – era arrivare a 60 frames al secondo a 1024×768 con profondità  di colore a 32bit”, ovvero alla massima risoluzione consentita alla maggior parte dei monitor 17′ oggi in circolazione e in condizioni nelle quali le attuali ATI 128 sono in difficoltà .
Per raggiungere questo risultato ATI ha modificato interamente l’architettura hardware delle sue schede utilizzando come base per i calcoli più pesanti, fino ad oggi affidati alla CPU, il cosidetto Charisma Engine, una tecnologia che carica particolari chip presenti sulla scheda di calcoli che questi sono in grado di compiere in maniera più efficiente della stessa CPU.
Un secondo aspetto che rende le schede Radeon innovative è il Pixel Tapestry, ovvero la capacità  di offrire supporto dedicato alla creazione di textures.
Tutto ciò consentirà  una una velocità  di esecuzione enormemente superiore alle RAGE 128 (ATI denuncia infatti una velocità  di clock doppia, supporto della memoria DDR a 200 MHz, nuovo sistema di caching) ma soprattutto una qualità  di molto superiore rispetto alle attuale schede. “Più le richieste di calcolo saranno complesse – dicono i tecnici ATI – più la qualità  sarà  superiore e la velocità  migliore rispetto ai prodotti attuali, nostri e della concorrenza”.
Secondo la società  Canadese, ad esempio, le Radeon sono in grado di fare tutto quello che fanno le nuove 3dfx, compreso l’anti-aliasing a pieno schermo, anzi “Una scheda Radeon a chip singolo fa meglio di una Voodoo 5”.
Tra gli altre caratteristiche ATI enfatizza molto il supporto ai nuovi standard di Televisione ad Alta Definizione (HDTV) che ne fa un prodotto particolarmente adeguato anche ai set-top-box e ai futuri dispositivi per la televisione digitale e i ricevitori satellitari.
Su Radeon, però, sorgono da utenti Mac alcuni dubbi che non sono ancora stati chiariti da Ati.
Il primo, la mancanza di versione PCI, non è di enorme rilievo, visto che non è vasto il pubblico in possesso di vecchie macchine che ambisce sostituire la propria scheda di accelerazione con un nuovo modello.
Ben più grave, ci pare, il fatto che nel comunicato stampa si parla esplicitamente del supporto di istruzioni specifiche di alcuni processori, come SSE ed Itanium, e il 3DNow! di AMD, ma non di AltiVec di Motorola. Questo, pare di capire, significa che i drivers non sono, almeno fino ad oggi, ottimizzati per il Velocity Engine dei G4, un handicap che certamente non è di poco conto per il mondo Apple.
Un terzo aspetto, questa volta più generale, getta qualche ombra sul primato in fatto di velocità  della Radeon. Ati, infatti, come largamente previsto ha annunciato che le prime versioni saranno disponibili in estate, il che potrebbe consentire alla concorrenza di arrivare sul mercato con qualche cosa di altrettanto, se non maggiormente, innovativo.
Resta, in ogni caso interessante notare come la data di presentazione delle Radeon (luglio) coincida quasi perfettamente con il MacWorld Expo. Una nuova conferma che le prime macchine ad avere a disposizione le nuove schede saranno i Mac G4 con processore Nitro?