ATI, perdite nel trimestre

di |
logomacitynet696wide

Nonostante la leadership tecnologica ATI chiude in rosso il trimestre fiscale. Ma dall’€™Ontario si fa sfoggio di sicurezza. ‘€œContinuiamo a crescere’€.

Nonostante i successi tecnologici e di vendite non si è chiuso positivamente il trimestre per ATI.

La società  dell’€™Ontario ha infatti denunciato perdite per 8,3 milioni di dollari nei novanta giorni che si sono conclusi a fine febbraio. Il dato è deludente se confrontato con il trimestre precedente quando ATI aveva terminato con 5 milioni di utili, ma anche rispetto allo stesso trimestre dell’€™anno scorso quando aveva fatto segnare solo 3 milioni di dollari di perdite. Sempre rispetto al trimestre precedente si segnala una riduzione di fatturato di 3,5 milioni di dollari, dovuto essenzialmente ad un calo dei diritti da royalties.

ATI indica tra le cause responsabili del rosso in bilancio alcuni eventi come la chiusura di un impianto in Europa, una causa collettiva e i costi determinati da un’€™indagine dell’€™Ontario Security Commission.

Proprio perché le perdite non sono state subite per scarse vendite si manifesta ottimismo in casa ATI. Anzi, secondo il CEO K.Y. Ho, il trimestre va archiviato come molto positivo perché ha consentito ad ATI di aumentare i suoi clienti in un periodo che solitamente fa segnare un regresso in fatto di fatturato.

Ricordiamo che ATI durante gli ultimi mesi ha attaccato in maniera aggressiva la concorrente Nvidia a cui ha strappato la leadership in fatto di prestazioni. Un fattore che sta incidendo in maniera rilevante nella redistribuzione della quota di mercato nella fascia alta.