Addio Mac The Knife

di |
logomacitynet696wide

Macweek volta pagina e dice basta alle indiscrezioni cancellando Mac The Knife. “Non possiamo più perdere tempo con roba come questa”, si giustifica il direttore suscitando la rabbia dei lettori che commentano: “venduti!”

Addio a Mac The Knife. La popolare rubrica tutta dedicata alle indiscrezioni, una delle più vecchie tra quelle che comparivano su MacWeek, è stata cancellata dal nuovo staff editoriale della rivista on line. Lo conferma con un articolo comparso nella festività  americana del 4 luglio Stephen Beale direttore con un articolo nel quale vengono illustrate le motivazioni della decisione.Il motivo principale, secondo Beale, sarebbe stata la sempre minor efficacia della rubrica che da tempo era diventata “sempre meno orientata alle indiscrezioni e sempre più una soap opera con link a strani siti che poco e nulla avevano a che fare con il mondo Mac”. In aggiunta a ciò il mondo della Mela è oggi un terreno sempre meno fertile per i siti dediti alle indiscrezioni e quindi tra il dedicarsi a creare una rivista che scavasse nel sommerso e una che si dedicasse a fare informazioni vera, MacWeek ha scelto la seconda strada. In ossequio a questa nuova filosofia Beale chiude il suo articolo sollecitando tutte le società  che si occupano di Mac a fornire senza più alcun timore di vederli rivelate al pubblico, i loro progetti e prodotti segreti. “In passato non abbiamo quasi mai firmato nessun NDA (Non Disclosure Agreement), ma ora lo faremo – dice Beale – chi si recherà  presso i nostri uffici portando con sé prototipi e versioni beta, potrà  essere certo che riceverà  da noi solo consigli e non articoli che potrebbero essere dannosi per il loro impatto sul mercato”. Anche a questo servirebbe il sacrificio di “Mac The Knife”Chiusura che alle orecchie dei lettori di MacWeek, che avevano in qualche caso una vera e propria idolatria per lo stile criptico ma anche per l’indubbia capacità  di anticipare tempi e prodotti di Mac The Knife, è suonata come una sorta beffa aggiunta al danno, almeno a giudicare dai commenti che compaiono in fondo all’articolo. Si va dalla rampogna al limite dell’insulto (e alcuni post sono stati rimossi perchè offensivi), a considerazioni sulla attuale reale qualità  dei contenuti di MacWeek messo alla stregua di un collettore di comunicati stampa. Molti, forse non andando lontani dalla verità , ipotizzano che Mac The Knife sia stato eliminato per compiacere alle molte realtà  dell’industria che sempre più temono i siti dediti alle indiscrezioni, tra queste anche Apple.Mac The Knife, il cui autore era da sempre anonimo, era una delle rubriche più vecchie dell’attuale MacWeek. Pubblicata la prima volta sull’edizione su carta, ora scomparsa, della rivista aveva fatto la sua ultima comparsa all’inizio di aprile rivelando che Jobs non avrebbe tenuto il keynote di Internet World e che Apple stava preparando una versione 2.0 di iMovie.