Addio all’inventore di PK-ZIP

di |
logomacitynet696wide

L’informatica piange Phillip W. Katz, inventore di PK-ZIP. Era una delle menti più geniali del mondo dello sviluppo, aveva inventato lo standard più diffuso per la compressione dei files, ma è morto ucciso dall’alcolismo e da una vita ai margini della società .

Phillip W. Katz, il creatore di uno dei formati di compressione più diffusi al mondo è morto a 37 anni a causa di complicazioni causate da alcolismo cronico.
Phillip W. Katz era il creatore di uno dei software più diffusi al mondo ed è stato il fondatore di una delle prime società  arricchitesi grazie alla distribuzione del software con le metodologia del “freeware” e dello “shareware”.
Katz è morto il 14 aprile scorso ma la notizia è stata diffusa solo qualche giorno addietro. Il cadavere è stato rinvenuto in una stanza di un motel di Milwakee; Katz aveva ancora una bottiglia di liquore in mano, mentre altre cinque bottiglie vuote erano sparse sul pavimento.
Katz aveva iniziato quasi per scherzo a creare software nel 1986 (usando un computer sistemato nella cucina della casa della madre). Nel giro di poco tempo l’efficienza e la popolarità  delle tecniche utilizzate da Katz, resero ricco e famoso il giovane programmatore americano. Nonostante gli enormi successi come ingegnere software, Katz aveva vari problemi nella vita privata: nel 1997, ad esempio, i vicini di casa lo denunciarono perché dal suo lussuoso appartamento provenivano insetti, topi e odori sgradevoli di rifiuti e cibo avariato. Katz fu condannato a pagare alla città  di Mequon 8000$ tra spese processuali e spese necessari per disinfestare e ripulire l’appartamento.
Nonostante la sua “stravagante” vita privata non bisogna dimenticare che è grazie anche al software di compressione di Phillip W. Katz che è stato possibile rendere più semplice e meno costoso il mondo delle telecomunicazioni.
[A cura di Mauro Notarianni]