AirPort e router WiFi, Apple raccomanda WPA2

di |
logomacitynet696wide

In una nota pubblicata sul sito di supporto, Apple raccomanda di utilizzare WPA2 come standard di accesso e sicurezza per le comunicazioni network wireless. Le vecchie connessioni WEP o WPA, oltre ad essere meno sicure, non garantiscono velocità di trasmissioni elevate.

In una nota pubblicata sul sito di supporto, Apple raccomanda di utilizzare WPA2 come standard di accesso e sicurezza per le comunicazioni network wireless. Le vecchie connessioni WEP o WPA, oltre ad essere meno sicure, non garantiscono velocità di trasmissioni elevate. La massima velocità di trasferimento possibile, infatti, potrebbe non superare i 54 Mbps (megabits per second), anche se il segnale è potente e facilmente “visibile” da altri dispositivi. Questo accade solo se il router o la base Wi-Fi utilizzano autenticazioni basate su WEP o WPA. Non è un vero e proprio problema ma un limite intrinseco dello standard EEE 802.11n, per il quale le trasmissioni 802.11N che utilizzano WEP o WPA (TKIP) possono raggiungere solo teoricamente la massima velocità di 54 Mbps.

Per garantire la massima velocità di trasmissione possibile, dunque, è bene impostare il proprio router o Wi-Fi Station in modo che utilizzi WPA2 o, in alternativa, nessuna password. Per verificare le impostazioni della base AirPort o della Time Capsule, basta avviare “Utility Airport” e nella sezione “Sicurezza wireless” il livello sia impostato su “WPA/WPA2”. Tutti i router di terze parti dispongono di utility e sezioni richiamabili da qualunque browser dalle quali è possibile verificare ed eventualmente reimpostare i parametri di sicurezza.


[A cura di Mauro Notarianni]