Al Gore e i suoi tre monitor da 30″

di |
logomacitynet696wide

In un servizio pubblicato da Time Magazine appare lo studio di Al Gore. Su una scrivania sfoggio di tecnologia Apple e la sensazione che all’ex vicepresidente degli Usa quando si tratta di desktop piace stare comodo.

Tre display Apple da 30 pollici. Questo il “set up” con cui Al Gore, già  vicepresidente degli Stati Uniti e oggi icona dell’ambientalismo americano, usa navigare in Internet. A rivelare le preferenze di Gore per i desktop, diciamo, ariosi, è un servizio fotografico (a cura di Steve Pyke) pubblicato dal Times nel quale scorge chiaramente l’allestimento.

Un rapido calcolo rivela che Gore, se avesse acquistato in Italia quei tre monitor avrebbe speso 5397 euro ottenendo per questa bella cifra, una visuale di 2560×1600 moltiplicato per tre. In realtà  va detto che Gore essendo consigliere di amministrazione di Apple è probabile che abbia potuto, se non altro, godere di uno sconto nel portarsi a casa quell’invidiabile allestimento da scrivania.

Viene da pensare che, se non altro, con i soldi risparmiati Gore potrebbe stipendiare qualche azienda specializzata per digitalizzare tutti gli incartamenti che ingombrano l’ufficio. A quel punto ci sarebbe persino spazio per collocare l’enorme rana “arlecchinata” che si arrampica sulla parete alla destra di Gore su uno dei tavoli che si trovano alle sue spalle degli Usa. Ammesso che non si trovi niente di meglio per arredare l’ufficio dell’ex vicepresidente degli Stati Uniti.