Alla Foxconn arrivano i sindacati

di |
logomacitynet696wide

Il governo cinese concede ai dipendenti Foxconn di costituire un sindacato interno. Più tutela per i lavoratori dell’azienda che costruisce l’iPod.

Nella fabbrica degli iPod arrivano i sindacati. La creazione di un associazione per la difesa dei diritti dei lavoratori che opererà  tra i 200mila operai di Foxconn è stata ordinata nel corso della giornata di ieri dal governo Cinese a margine della vicenda sui presunti abusi lavorativi negli impianti dell’azienda di Shangai.

La creazione di un sindacato che si occuperà  specificatamente dei problemi di dipendenti di Foxconn rappresenta una delle più recenti novità  di ambito lavorativo introdotte dal governo della Cina Popolare. In precedenza non era consentito dalla legge locale creare quello che usando un linguaggio improprio ma esemplificativo si potrebbe definire un “consiglio di fabbrica” grazie al quale i dipendenti di una certa azienda possono avanzare formalmente le loro richieste e trattare condizioni di lavoro e salariali assumendo il ruolo della controparte rispetto alla proprietà . La decisione di aprirsi in questo senso è frutto della grande espansione economica e dell’ingresso di capitali e di aziende straniere e dei loro conseguenti ordinativi.

Il sindacato delle aziende Foxconn, come spiega l’agenzia ufficiale del Governo Xinhua, sarà  affiliato alla Federazione dei Sindacati Cinesi e avrà  il compito di vigilare sulle condizioni di lavoro negli impianti.