Altra mente del 3D approda a Cupertino

di |
logomacitynet696wide

Secondo un sito britannico Apple ha assunto un altro ex manager di ATI. Si tratta di Raja Koduri, mente dei processori 3D discrete e uno dei più geniali innovatori nel settore dell’accelerazione grafica. Si rafforza il dream team hardware che Cupertio sta assemblando per trasformare il suo futuro.

Apple allunga la lista della spesa dei manager che si occupano di processori grafici. Dopo avere reclutato Bob Drebin ora sarebbe la volta di Raja Koduri.

Koduri, della cui assunzione a Cupertino parla il solitamente ben informato in cose hardware e specificatamente in chip e componenti per il 3D, The Inquirer, come Drebin è stato una delle figure più eminenti di AMD. Come il suo collega ha ricoperto l’€™incarico di CTO (Chief Technology Officer) della divisione grafica di AMD (dove è confluita AMD) e sempre come Drebin si è occupato di processori discrete. Tra le particolarità  citate dai suoi biografi c’€™è la capacità  di avere intuizioni geniali. Nel corso della sua carriera Koduri si è fatto conoscere universalmente per design innovativi che hanno dato molto alle tecnologie di ATI e a tutto l’universo dell’accelerazione grafica.

Il reclutamento dell’€™ex manager di ATI rientra alla perfezione in un quadro generale che vede Apple impegnata nella costruzione di un vero e proprio dream team di ingegneri di elevatissimo livello, con un ampio patrimonio di esperienza e di genialità  nel settore dei sistemi integrati, dei processori a basso consumo e dell’€™accelerazione grafica per dispositivi mobili. Dall’€™acquisto di PAsemi alle ultime assunzioni di Drebin e Koduri, passando dal travagliato reclutamento di Mark Papermaster, si rafforza l’€™idea di una Mela che vuole fortemente creare una piattaforma proprietaria, con tecnologie innovative e non disponibili alle rivali di mercato su cui imperniare la strategia evolutiva di iPhone e iPod touch. Non è da escludere, anzi è molto probabile, che il dispiegamento di cervelli finisca per avere ricadute anche nel settore dei computer laptop dove con il lancio di Snow Leopard i processori grafici avranno una sempre maggiore rilevanza, coadiuvando il processore principale nei calcoli intensivi.