Altro prototipo di iPhone perso in un bar di San Francisco

di |
logomacitynet696wide

Apple avrebbe perso un altro prototipo di iPhone in un bar di San Francisco. Secondo fonti giornalistiche del cellulare non ci sarebbe alcuna traccia nonostante una perquisizione in una casa della città californiana.

Apple ci ricasca: un altro prototipo di iPhone sarebbe stato perso in un bar a San Francisco. A dare conto dell’episodio che dimostra che, volendo usare una massima, la storia ripete sempre sé stessa è C/Net in un articolo apparso nel corso della notte.

Lo smarrimento, secondo quanto dice il sito americano, sarebbe avvenuto alla fine del mese di luglio presso un bar di Mission District il Cava22, un locale che funziona anche da ristorante messicano. Non appena la vicenda è stata nota a Cupertino, un paio di giorni dopo l’accaduto, i vertici dell’azienda si sono premurati di contattare la polizia sottolineando l’urgenza di recuperare il dispositivo che era «virtualmente senza prezzo» dal punto di vista della rilevanza. Apple aveva già un’idea su dove recuperare il telefono;  probabilmente grazie a Find My iPhone o a qualche variante di questa tecnologia il cellulare era stato individuato in una casa di Bernal Heights. Una visita alla domicilio dove si trovava un giovane sui vent’anni non avrebbe dato alcun frutto e anche una perquisizione, concessa dallo stesso giovane, non avrebbe prodotto gli esiti supposti. Alla fine della visita i dipendenti di Apple che erano presenti sul posto avrebbero anche offerto denaro in cambio del telefono, ma il giovane avrebbe ribadito di non avere il dispositivo e di non saperne nulla.

Il proprietario del Cave22 conferma che qualcuno ha telefonato più volte cercando un iPhone smarrito circa un mese fa, ma di non avere mai avuto visite della polizia o di dipendenti Apple. Dall’articolo non si comprende chiaramente chi abbia fornito dettagli sulla vicenda che resta al momento piuttosto misteriosa.

Ricordiamo che l’anno passato il telefono smarrito alla Gourmet Haus Staudt di Redwood aveva dato luogo ad un vicenda molto complessa. Il telefono ritrovato da uno studente era stato venduto  a Gizmodo che lo aveva presentato sul suo sito dando il via ad un procedimento penale in cui erano state coinvolte due persone e la testata giornalistica stessa. Il processo è attualmente in corso con i giornalisti di Gizmodo completamente scagionati ma due persone siederanno davanti al giudice per appropriazione indebita.