Anche su Mac DRM misterioso

di |
logomacitynet696wide

Sony/BMG avrebbe introdotto un nuovo sistema DRM nei suoi dischi che funziona anche su Mac. La scoperta negli USA. Ma il software non ha nulla a che fare con il controverso XCP che tanto clamore ha suscitato nei giorni scorsi e che ora la multinazionale del disco ha deciso di ritirare.

Il sistema di protezione dei diritti digitali di Sony e che tanto ha fatto discutere nei giorni scorsi per i rischi che pone sia alla privacy che alla stabilità  dei sistemi Windows, ha una controparte anche sul Mac. A riportare in alcuni CD della casa discografica la presenza di file di cui l’€™esatta funzione non viene dichiarata è il sito MacInTouch.

Secondo quanto riporta un lettore del sito, un disco (Speak for Yourself) pubblicato da RCA, di proprietà  di Sony/BMG, include una partizione che a sua volta include un’€™applicazione denominata Start.app. Una volta lanciata l’€™applicazione installa due file, PhoenixNub1.kext e PhoenixNub12.kext, il cui scopo sembra essere quello di implementare qualche forma di protezione del contenuto del disco. Al contrario di quanto accade per la versione PC viene però chiesta la password e la login per accedere al sistema e, a prima vista, dice il sito, di altro non si tratterebbe che di una (nuova?) versione del DRM prodotto da SunnComm e già  visto su altri CD in commercio.

Certamente il software non sembra comunque avere nulla a che fare con il ben noto XCP che in Windows modifica pesantemente il sistema operativo, andando a nascondersi in profondità  e usando una tecnica ben nota ai pirati informatici.

A tal proposito va detto che Sony/BMG, proprio per l’€™impatto negativo che ha avuto il DRM ha deciso di sospendere la produzione di dischi che lo contengono. Per ora si tratta di un passaggio precauzionale, a fronte sia delle denuncie piovute sulla testa della multinazionale sia per il fatto che qualche pirata ha già  iniziato a usare il software per installare nei computer veri e propri virus.