App Store italia si prepara ad iBooks

di |
logomacitynet696wide

L’App Store italiano si sta preparando all’arrivo del negozio dei libri in digitale. Da questa sera modificate le condizioni d’uso per consentire l’accesso ad iBook Store. Apertura in contemporanea con il lancio di iPad?

Da questa sera App Store Italia fa riferimento ad iBookstore. La menzione al nuovo negozio dei libri in digitale arriva per tutti coloro che selezionano l’acquisto o il download gratuito di una App; in questa occasione viene infatti presentato un messaggio che avverte delle modificate condizioni “per riflettere la disponibilità di iBookstore”.

Le informazioni contenute nel documento (che nella versione Web non è stato ancora aggiornato) non forniscono alcuna indicazione ulteriore nè particolari elementi di interesse. Si tratta infatti della semplice trasposizione delle condizioni di uso e di acquisto già in essere per le App, la musica e il video. La novità vera è che, appunto, Apple prevede di lanciare il suo negozio dei libri in digitale anche in Italia, cosa che fino ad ora era solo ipotizzabile sulla base di un cenno nel comunicato stampa all’applicazione per la navigazione del negozio on line. In precedenza si era addirittura dato per scontato che iBookstore non sarebbe arrivato in tempi brevi nel nostro paese visto che Jobs aveva detto che inizialmente sarebbe stato disponibile solo negli Usa. La conferma a questa ipotesi si era avuta dopo avere constatato come sul sito italiano (e quelli internazionali) di iBookstore proprio non si parlasse.

Al momento, nonostante la buona notizia di una sezione libri su App Store, è però bene frenare gli entusiasmi. Non è infatti detto nè che il negozio sia attivato dal primo giorno nè che in esso ci siano migliaia di libri. Apple potrebbe infatti semplicemente essersi riservata la possibilità di dare il via subito al negozio magari con un editori indipendenti o editori internazionali disponibili a vendere anche nel nostro paese; in alternativa potrebbe essere valida anche la tesi di chi sostiene che Apple semplicemente abbia attivato la procedura da contratto ma non parta con le vendite.

ib