Apple, 4 milioni di dollari per l’area del nuovo store di Chicago

di |
logomacitynet696wide

Apple investirà 4 milioni di dollari per rimodernare una stazione della metropolitana di Chicago e la zona che la circonda. Accordo con l’ente dei trasporti della città dell’Illinois. Obbiettivo: offrire un quadro architettonicamente adeguato al nuovo negozio che aprirà nei pressi.

4 milioni di dollari. Ecco quanto Apple è pronta a spendere per creare intorno al nuovo negozio che intende costruire a Chigago un ambiente attraente dal punto di vista architettonico e ambientale, preservando nel contempo uno scorcio della Chicago degli anni ’40. A rivelare le intenzioni di Cupertino è il sito IfoAppleStore, una pagina Web sempre molto ben informata per quanto riguarda le vicende del mondo retail della Mela. IfoAppleStore racconta la storia, sicuramente significativa sotto molti profili, a cominciare da quello che dice delll’attenzione di Apple per i dettagli per finire con quello che ha a che fare con la determinazione a portare a termine i suoi piani, utilizzando i documenti che i vertici dell’azienda hanno sottoscritto con la municipalità del grande centro urbano sulle rive del lago Michigan.

In base agli accordi Apple si impegna a spendere, appunto, 4 milioni di dollari per rimettere in sesto un triangolo racchiuso tra tre strade (W North Street, Halstead Street ed N. Clyburn Street), così da preparare il terreno al lancio di un importante negozio che sorgerà sulla via adiacente. L’opera, come si intuisce dall’investimento, è gigantesca: la Mela risistemerà una bretella stradale per l’attraversamento dei bus, la stazione della metropolitana Linea Rossa e la piattaforma sotterranea. Il restauro dello stabile, che data al 1942, è l’operazione più rilevante anche dal punto di vista simbolico. L’edificio, spiega IfoAppleStore, è in condizioni davvero pessime; la manutenzione è da tempo carente, le finestre sono sporche e hanno imposte arrugginite, la vernice manca, le insegne hanno fili elettrici penzolanti. Una situazione che dal punto di vista dell’immagine è largamente lacunosa e tale da impedire ad Apple di proporre un contesto decoroso per il suo negozio. Apple avrà l’incarico di risistemare direttamente l’esterno della stazione utilizzando maestranze a sua scelta; l’interno e le piattaforme saranno messe in sesto dalla Chicago Transit Authority (CTA) anche se a pagare sarà sempre Apple. In cambio, oltre che alla possibilità di allestire architettonicamente e architetturalmente l’area come meglio le aggrada, la società di Jobs avrà anche il diritto di decidere sul nome della stazione (che oggi si chiama North/Clybourn) mettendo, eventualmente, il veto su quella proposta dalla CTA e avrà anche la possibilità di mettere sue pubblicità dentro e fuori la stazione se questa sarà la decisione della società dei trasporti.

L’intera opera, si legge nel documento riportato da IfoAppleStore, dovrà essere terminata per il 30 settembre del prossimo anno quando, molto probabilmente, potrebbe essere prossima l’inaugurazione del negozio. Apple in passato ha già stipulato accordi simili, che prevedono la risistemazione di aree pubbliche nei pressi dei suoi negozi, ad esempio ha adattato l’uscita della Bart a San Francisco, incorporandola nell’edificio dello store, ma mai si è presa in carico un impegno simile a quello che ha sottoscritto con la Chicago Transit Authority. Nell’immagine qui sotto, tratta da Google Street View, come appare oggi l’ingresso della metropolitana.