Apple Store a Madrid: approvato il piano per lo store Tio Pepe in Puerta del Sol

di |
logomacitynet696wide

E’ stato approvato il piano di ristrutturazione del palazzo storico Tio Pepe, al civico numero 1 di Puerta del Sol a Madrid. Apple sosterrà i costi di ristrutturazione dell’intero edificio e inaugurerà il terzo e più importante Apple Store della capitale spagnola.

Ora è ufficiale: Apple inaugurerà un nuovo centralissimo Apple Store a Madrid nello storico palazzo al civico numero 1 di Puerta del Sol, da sempre conosciuto e indicato come il palazzo Tio Pepe. Il nome è acquisito dall’insegna pubblicitaria di una famosa marca di sherry che da anni campeggia sul tetto dell’edificio del XIX secolo alto sette piani. Le prime notizie sull’accordo tra Apple e i proprietari del palazzo risalgono al mese di maggio: ora l’approvazione del progetto è stata ufficialmente annunciata dall’amministrazione comunale. A differenza di quanto inizialmente ritenuto, l’Apple Store non occuperà tutti i 7 piani dell’edificio per un totale di circa 6.000 metri quadrati, bensì il piano terra, il primo piano e parte dello scantinato. La società della Mela si farà carico di tutti i costi di ristrutturazione dell’edificio che prevede interventi sulla facciata, il tetto, scale e cortili, scantinati e anche su elementi portanti della struttura.

La notizia dell’arrivo del terzo Apple Store a Madrid che per posizione e dimensioni ha tutte le carte in regola per diventare la vetrina di Apple più importante della Spagna e uno dei flagship store della Mela più visibili a livello mondiale ha trovato spazio anche sulle principali testate del Paese, come per esempio TeleCinco e il quotidiano El Pais uno dei più letti.
AppleStore_tioPepe_600_madridIl prolungamento dei tempi per la concessione dell’autorizzazione e per l’OK ai lavori è dovuto anche all’importanza storica del palazzo e alla sua destinazione originaria: per anni l’edificio è stato la sede dell’Hotel Paris con autorizzazione per l’uso commerciale e negozi valida solo per il piano terra, mentre tutti gli altri piani sono da sempre destinati esclusivamente all’impiego come hotel. La nuova amministrazione ha approvato il cambio della destinazione permettendo la creazione dell’Apple Store al piano terra e primo piano e la possibilità di aprire uffici e altre attività negli altri piani. “Questa approvazione iniziale permette di recuperare un edificio molto rappresentativo dell’architettura del XIX secolo con connotazioni speciali per Madrid” riporta il comunicato rilasciato dal comune in cui viene evidenziata l’importanza dell’operazione anche dal punto di vista dell’immagine e dell’economia della città: “”E ‘un altro passo importante nel processo di rivitalizzazione del centro, che contribuirà ad aumentare le attrazioni commerciali e turistiche di Madrid, rilanciare l’economia della città e creare posti di lavoro”, precisa la nota. In questo articolo riportiamo una immagine di renderig del progetto pubblicato da El Pais.

Il progetto prevede il rinnovo completo della facciata con la conservazione della struttura originaria dell’edificio e della sua architettura. Nel piano è inclusa la costruzione delle strutture verticali che permetteranno l’installazione degli ascensori, delle tubature per l’impianto di climatizzazione e anche per il passaggio de cavi. L’accessibilità di questo palazzo costruito nel 1863 sarà così portata a livello delle normative attuali. In questo scenario di interventi Apple inserirà in modo assolutamente discreto le ampie vetrate e gli elementi in acciaio che da sempre contraddistinguono lo stile dei propri store. E’ prevista inoltre la copertura con cristalli del cortile interno all’altezza del primo piano, una soluzione che oltre a creare uno spazio coperto permette di illuminare ulteriormente il primo piano del futuro Apple Store. La fine dei lavori di ristruttuzione è prevista per l’autunno del 2012.