Apple: la questione abbonamenti sarà  risolta dalla scelta degli utenti?

di |
logomacitynet696wide

Nonostante il muro degli editori contro gli abbonamenti via iTunes per le riviste su iPad sembra che Apple renderà comunque obbligatoria questa soluzione. Per indorare la pillola sembra che Cupertino abbia escogitato un piano machiavellico: gli editori potranno inviare gli utenti ai propri siti web ma dovranno anche rendere possibile l’abbonamento via iTunes. Imponendo la scelta finale ai consumatori con la certezza che la maggior parte sceglierà la via più semplice e veloce, vale a dire iTunes.

La nuova puntata del braccio di ferro tra Apple e gli editori per stabilire chi debba gestire gli abbonamenti e i dati degli utenti vede Cupertino approntare un piano machiavellico, probabilmente in grado di mettere all’angolo la già provata industria dell’editoria. Secondo gli ultimi rumors che provengono d’Oltreoceano Apple avrebbe finalmente concesso nelle trattative con gli editori la possibilità di inviare gli utenti fuori dall’app e direttamente sul sito web dell’editore per raccogliere i dati, nominativo e il prezioso numero di carta di credito. Per questa concessione da parte di Cupertino gli editori sembrano saranno però costretti a fornire agli utenti anche la possibilità di completare la registrazione e l’abbonamento anche direttamente dall’app, all’interno del sistema iTunes.

In breve per sbloccare lo stallo che si è venuto a creare tra la Mela e il mondo dell’editoria interessato a sbarcare nell’edicola digitale di iPad, Cupertino propone di lasciare la scelta all’utente finale. Sarà quest’ultimo a decidere se completare l’abbonamento alla rivista desiderata premendo un pulsante OK sullo schermo di iPad o in alternativa aprire la pagina web dell’editore, compilare un lungo form online, inserendo a mano ancora una volta, per l’ennesima volta, nome, luogo, preferenze, numero di carta di credito e così via. Nell’indiscrezione riportata da TecCrunch risulta palese l’obiettivo della Mela: Cupertino è certa che la maggior parte degli utenti, forse praticamente tutti, sceglieranno la via più semplice e veloce, vale a dire iTunes.

Sempre secondo le voci che provengono dagli addetti ai lavori gli editori sembra non siano preoccupati in primo luogo di lasciare in mano ad Apple il 30% del costo degli abbonamenti. Le preoccupazioni vanno sulla mole di dati relativi agli utenti, un databse prezioso che Cupertino si troverebbe a gestire e su cui l’editore non avrebbe più alcun controllo. Ma il nuovo dettaglio che sembra più preoccupare gli editori per gli abbonamenti via iTunes è quello di una via più semplice e probabilmente troppo rapida disponibile per gli utenti che vogliono disdire l’abbonamento. Così come per l’iscrizione basta premere un OK, per rinunciare all’abbonamento con iTunes agli utenti basterebbe un solo tap. Una procedura troppo semplice e molto meno impegnativa rispetto alla lettera o alla raccomandata necessaria per disdire un abbonamento cartaceo.