Apple lavora per adottare il nuovo Wi-Fi da oltre 1 gigabit al secondo

di |
logomacitynet696wide

Apple potrebbe essere tra i primissimi costruttori di PC a introdurre computer e dispositivi con il nuovo Wi-Fi 802.11ac in grado di offrire trasferimenti senza fili con velocità nell’ordine di 1 gigabit al secondo. Le specifiche ufficiali non sono ancora complete ma Broadcom, principale fornitore di chip Wi-Fi per la Mela, e altri costruttori hanno già realizzato i processori compatibili. Mac desktop e portatili, Apple TV e le basi AirPort con Wi-Fi ac potrebbero arrivare già entro il 2012.

Apple è al lavoro per integrare il Wi-Fi di nuova generazione con velocità fino a 1 gigabit al secondo: come è successo per le tecnologie Wi-Fi precedenti, Cupertino potrebbe così essere uno dei primissimi costruttori di PC a integrare la prossima evoluzione della tecnologia per la trasmissione wireless dei dati. Si tratta della tecnologia 802.11ac e le possibili novità in arrivo dalla Mela sono anticipate da AppleInsider. Negli scorsi mesi anche Macitynet ha parlato più volte del futuro standard 802.11ac: ricordiamo che la trasmissione dei dati avviene anche in questo caso alla frequenza dei 5GHz ma con miglioramenti in ogni aspetto fondamentale della trasmissione e della ricezione, come canali con ampiezza di banda raddoppiati o quadruplicati rispetto all’attuale 802.11n, flussi di trasmissione multipli fino a 8 antenne integrate e miglioramenti anche per la modulazione. Tutte queste novità permettono di spingere la velocità di trasmissione dei dati fino a oltre 1 gigabit al secondo, in pratica per la prima volta le prestazioni dei trasferimenti dati senza fili potrebbero raggiungere e non avrebbero nulla da invidiare ai collegamenti via cavo.

Le prime tracce concrete del Wi-Fi 802.11ac risalgono a una dimostrazione pubblica da parte di NTT del luglio dello scorso anno che segna l’avvio delle sperimentazioni per il wireless da 1 gigabit al secondo. A dicembre la tecnologia è stata mostrata anche da Broadcom, come abbiamo riferito da Macitynet.

Broadcom, lo ricordiamo, è il principale fornitore di Apple per quanto riguarda i chip Wi-Fi. Al CES  ha mostrato i primi chip pronti per il supporto per il prossimo Wi-Fi mentre un dirigente della società le prime adozioni arriveranno già entro il 2012 con l’adozione estesa di mercato attesa tra il 2013 e il 2014.

Tutti i segnali indicano che Apple è in una posizione avvantaggiata per poter integrare il Gigabit Wi-Fi già entro quest’anno e probabilmente con un certo anticipo rispetto agli altri costruttori. Occorre tenere presente che nonostante le sperimentazioni già avviate e la disponibilità dei primi chip, la tecnologia 802.11ac non è ancora stata ratificata come standard dalla Wi-Fi Alliance ma questo in passato non hai mai rappresentato un problema per Cupertino. Apple non è stata la prima società a proporre computer Wi-Fi sul mercato ma è stata senz’altro la prima a proporre questa funzione come tecnologia innovativa e a renderne possibile il successo commerciale e la grande adozione da parte del settore consumer, in molti casi spesso in anticipo di diversi mesi e anche anni rispetto alla ratifica ufficiale come standard.

Per tutte queste ragioni sembra lecito attendere già per questo 2012 il lancio di computer Mac desktop e notebook, basi AirPort, Apple TV e possibilmente anche di dispositivi iOS già predisposti per il wireless 802.11ac o come è già stato ribattezzato in alcuni casi Gigabit Wi-Fi.