Apple, problemi con i centri assistenza autorizzati in Portogallo

di |
logomacitynet696wide

La casa di Cupertino ha sospeso la fornitura di componenti e attrezzature a Interlog, storico e importante centro autorizzato portoghese, probabilmente per il mancato pagamento di alcune fatture. Le due società stanno cercando un accordo, ma nel frattempo molti clienti sono in attesa di riavere le macchine in garanzia.

La casa di Cupertino ha sospeso la fornitura di componenti e attrezzature a Interlog, storico e importante centro autorizzato portoghese per ragioni connese, così pare, a controversie inerenti i pagamenti di forniture.

Le due società stanno cercando un accordo, ma nel frattempo molti clienti sono in attesa di riavere macchine in garanzia riparate. In un centro si sarebbero accumulate 92 macchine, tutte in attesa di componenti senza i quali la rimessa in servizio delle macchine non è possibile. Apple starebbe valutando la rinegoziazione dei contratti con i partner in Portogallo e creare una sorta di sub-holding per lavorare direttamente nel paese (la struttura di assistenza esistente non è una sussidiaria di Apple e lavora in modo indipendente e con le politiche che ritiene più opportune).

Apple nel frattempo consiglia di rivolgersi ad alcuni centri di assistenza PC, alcuni in grado di gestire l’AppleCare, ma non di offrire prodotti ricondizionati (e quindi come nuovi) in tre giorni lavorativi (possibilità prevista dall’Apple Care Protection Plan).

 

[A cura di Mauro Notarianni]