Apple sconsiglia agli sviluppatori l’uso dell’UDID di iPhone, iPod touch e iPad

di |
logomacitynet696wide

Nella documentazione presentata agli sviluppatori Apple ha definito come “sconsigliato” l’utilizzo dell’UDID, l’identificativo che serve ad individuare ciascun dispositivo iOS. Scelta dettata, probabilmente, dalla volontà di proteggere la privacy ma chi crea App è ora preoccupato per le ricadute su alcune funzionalità per le quali l’UDID è indispensabile.

L’accesso agli UDID, la stringa alfanumerica che identifica univocamente ciascun dispositivo Apple, potrebbe essere presto proibito. Secondo quanto riferisce TechCruch, che cita la documentazione presentata agli sviluppatori per dispositivi iOS, Cupertino avrebbe definito l’utilizzo di questo elemento come “sconsigliabile” lasciando immaginare future azioni ancora più restrittive.

Apple non dice la ragione per cui “sconsiglia” l’utilizzo dell’UDID, ma è possibile che la scelta di indirizzare gli sviluppatori altrove quando si tratta di identificare in maniera univoca un dispositivo, sia legato a questioni di privacy. Alcune applicazioni e alcuni network di pubblicità usano l’UDID per tenere sotto controllo il comportamento e le scelte di uno specifico utente; incrociando l’UDID con altri dati quali un indirizzo email, una login o un account in effetti è possibile mettere a rischio la privacy. Ma se le finalità possono essere buone una eventuale cancellazione dell’accesso all’UDID potrebbe determinare diversi problemi per chi crea applicazioni; la sequenza di caratteri è alla base di alcune funzioni preziose e utili tra cui la possibilità di creare applicazioni da destinare a specifici utenti per il beta testing o la valutazione di app non ancora rilasciate o il tracciamento dell’utilizzo di una stessa applicazione su più dispositivi. Apple per questi casi consiglia gli sviluppatori di creare identificativi unici per le applicazioni invece che affidarsi all’identificativo del telefono, ma questo significherebbe problemi e costi aggiuntivi.

Resta da vedere come si comporterà Apple nei confronti di se stessa. L’UDID viene usato per Game Center e per iAD e non sembra certo del tutto (secondo qualcuno è del tutto escluso) che anche per questi scopi sarà bloccato l’accesso all’UDID. Se così fosse e se Apple si conferisse il privilegio di poter leggere l’identificativo del telefono, dicono i critici, si tratterebbe di un fattore di concorrenza sleale nei confronti di altri servizi simili.