Apple: ‘€œDell suona una vecchia musica’€

di |
logomacitynet696wide

L’€™ingresso di Dell nel campo della musica digitale? Si limitano a fare quello che sanno fare: copiano e rimarchiano prodotti di altri. Apple liquida così l’€™annuncio di Dell per il lancio di un negozio on line e di un riproduttore MP3. E non pare che a Cupertino abbiano tutti i torti

‘€œL’€™ingresso di Dell nel campo della musica digitale? Per ora si limitano a copiare e rimarchiare prodotti di altri. In futuro vedremo’€. Si potrebbe parafrasare così la reazione di Apple all’€™annuncio che una delle sue più accanite concorrenti ha deciso di cominciar a competere anche nel settore in cui Cupertino è una dei leader indiscussi.

Le dichiarazioni, piuttosto pungenti, di Apple sono state rilasciate al Mercury News che chiedeva alla società  della mela un parere sull’€™annuncio giunto da Dell di un lettore di musica in MP3 e di un negozio di musica on line, una strategia del tutto identica a quella caratterizzata da iPod e iTunes Music Store.

‘€œSembra che Dell si sia limitata a dare il suo nome ad un servizio di musica on line che sta per essere annunciato a breve, allo stesso modo con cui hanno rinominato un riproduttore MP3 di Creative. C’€™è poco di originale, dunque’€, dice un anonimo manager della società .

Il servizio musicale di ‘€œterza parte’€ cui Apple fa riferimento sarebbe quello che MusicMatch sta per annunciare oggi. Un negozio on line piuttosto simile a quello di Apple che venderà  canzoni (solo in formato Windows Media Player) a 79 centesimi l’€™una. Dell, secondo quanto riferiscono altri siti, non farebbe altro che fornire un suo portale d’€™accesso, con marchio e interfaccia Dell, al servizio di MusicMatch.

Per quanto riguarda il riproduttore MP3 rimarchiato Apple pare fare riferimento ai Nomad ZEN di Creative che, in effetti, per specifiche e caratteristiche generali appaiono molto simili se non quasi identici a quello proposto da Dell. In questo caso la società  di Round Rock potrebbe avere scelto di intraprendere la stessa strada che ha imboccato con le stampanti costruite da Lexmark anche se vendute con il marchio Dell.

Il parere di Apple sulla scelta strategica di Dell di affacciarsi in mercati già  esplorati da altri proponendo prodotti a scarsa innovazione tecnologica, facendo solo leva sui prezzi, pare condivisa anche da HP. ‘€œC’€™è una bella differenza tra inventare qualche cosa di nuovo ‘€“ dice il vice presidente per stampa e imaging di HP ‘€“ e mettere il proprio nome su qualche cosa che fanno altri’€