Apple Store di Milano: confermato da Cupertino entro l’anno

di |
logomacitynet696wide

Ron Johnson dichiara che entro il 2009 Apple aprirà  25 nuovi negozi tra cui uno in Italia, Germania, Parigi e un quarto punto vendita a New York. Pur non confermandolo direttamente l’apertura a Milano sembra ormai garantita entro la fine del 2009. La recessione non rallenta l’espansione di Apple: oltre alle nuove aperture Cupertino sta per rinnovare 100 degli Apple Store più datati.

Nel corso della giornata di ieri Apple ha reso noti alcuni dei piani per l’espansione della propria catena di Apple Store e per il riammodernamento di 100 dei punti vendita più datati. La notizia che interessa direttamente gli appassionati Italiani è la conferma di una nuova apertura in Italia entro il 2009: pur non citando direttamente il capoluogo lombardo dalle affermazioni di Ron Johnson, senior vice president del reatail di Apple, risulta praticamente confermata l’apertura del primo Apple Store di Milano, il secondo in tutto il paese dopo Roma.

Che Milano sia la città  interessata dai progetti di Cupertino è una indiscrezione che circola ormai da quasi due anni ed è stata ufficializzata dalla ricerca personale. La collocazione è ancora top secrete anche se l’ipotesi più interessante (e suggestistiva) colloca lo store in corso Vittorio Emanuele; non si può però neppure escludere che il negozio sia aperto in un centro commerciale, come il Carosello anche se in questo caso si tratterebbe di una installazione meno prestigiosa e con un profilo di visibilità  inferiore.

Su scala mondiale Johnson ha dichiarato che entro il 2009 Cupertino aprirà  ben 25 nuovi punti vendita e procederà  al rinnovo sostanziale di 100 tra gli Apple Store più datati. I piani di Apple sono in contro tendenza rispetto ai tagli e alle riduzioni dei costi decise da un numero crescente di società  in questo periodo di crisi. I piani di rinnovo prevedono il raddoppio delle aeree espositive dedicate ai computer della Mela, mentre verranno allargati e potenziati anche i Genius Bar. La superficie dedicata all’assistenza gratuita per gli utenti Mac sarà  incrementata del 50%.