Apple, accordo quinquennale per le NAND

di |
logomacitynet696wide

Apple annuncia un accordo quinquennale con tutti i principali fornitori di memorie flash per garantirsi l’approvvigionamento di NAND per i suoi lettori di musica digitale. “Nei prossimi tre mesi spenderemo 1,25 miliardi di dollari”, dice Apple.

Apple pone le basi per il futuro dei suoi player con memoria flash e per raggiungere lo scopo di avere forniture certe e costanti spenderà  1,25 miliardi di dollari a titolo di prelazione per le componenti necessarie per i prossimi tre mesi.

L’€™annuncio è stato dato dalla stessa Apple, alcuni minuti fa, con un comunicato stampa che descrive sommariamente i termini dell’€™operazione.

Secondo quanto si apprende ad essere coinvolti nell’€™accordo sono Hynix, Intel, Micron, Samsung e Toshiba, in pratica tutti i maggiori produttori di memorie NAND al mondo.

Secondo quanto chiarito da Jobs: ‘€œil patto è finalizzato a produrre quanti iPod il mercato ci chiederà ‘€ ed è valido fino al 2010.

La fornitura di componenti è uno dei fattori chiave del mercato dei player. In passato diversi concorrenti, come Creative, hanno manifestato apertamente disagio per la capacità  di Apple nel trovare, anche grazie alle grandi quantità  acquistate, accordi favorevoli dal punto di vista dei prezzi e della quantità  con i fornitori. Secondo gli avversari, che si trovano a fronteggiare una scarsità  di componenti, di Apple ‘€œcontratti come quelli stipulati con Samsung non possono durare perchè sono totalmente a favore di Cupertino’€.

L’€™annuncio di oggi pare dimostrare che, al contrario, le aziende interessante a collaborare con Apple non si riducono di numero ma aumentano e allungano anche i termini della validità  della partnership.