Apple, addio al nome Rendezvous

di |
logomacitynet696wide

Apple cambierà  nome a Rendezvous. Questo l’esito della querelle che rischiava di finire in tribunale dopo avere usato un marchio registrato da Tibco. Ma chiusa una causa se nee sta per aprire un’altra: all’orizzonte ci sono le carte bollate di BTG che accusa Cupertino (e Microsoft) di avere usato per il suo sistema di aggiornamento automatico, una tecnologia proprietaria.

La questione tra Apple e Tibco, nata ormai un anno fa, si risolve con un accordo extra giudiziale, risalente al 7 luglio scorso, in cui Cupertino paga una cifra non nota per aver usato Rendezvous derivato dalla tecnologia zero-configuration.

Apple non userà  più tale terminologia e si appresta a soppiantarla con qualcosa di molto simile sempre basata su tecnologia zero-configuration, probabilmente OpenTalk, già  registrato fin dalla scorsa primavera.

Tibco usava il marchio Rendezvous da nove anni al momento di querelare Apple al distretto settentrionale della California.

Essendo un accordo privato non esiste un comunicato ufficiale che precisi i termini dell’accordo, anzi questi sarebbero tutelati dall’accordo stesso.

Zeroconf, il gruppo che gestisce le sorti del protocollo open sorce zero-configuration, sta certificando lo standard, solo il mese scorso Apple ha rilasciato una preview di Rendezvous per Win, Java e Linux alla WWDC di San Francisco.

Finché saranno online, ecco tutti i dettagli su Rendezvous di Apple, nel PDF apposito 643 KB.

Probabilmente Apple si appresta a rinominare il sistema OpenTalk, già  registrato fin dalla scorsa primavera.

La BTG International ha annunciato di voler portare in tribunale (la stessa corte appena citata) sia Apple che Microsoft per il sistema automatico degli aggiornamenti software del sistema operativo (e non solo) dal web che, secondo la società  britannica, sarebbe una infrazione del brevetto inerente la loro tecnologia di Teleshuttle.

BTG è la licenziataria esclusiva per tutto il mondo della tecnologia Teleshuttle dal 1998.

Richard R. Reisman della Teleshutte sarebbe l’inventore, quattro anni fa, di tale sistema “Method and system for distributing updates by presenting directory of software available for user installation that is not already installed on user station” (Metodo e sistema per distribuire aggiornamenti presentando la lista del software disponibile all’installazione da parte dell’utente quando questi non sono già  stati installati sulla stazione stessa) e ne ha depositato i diritti grazie al brevetto statunitense # 6.557.054, ufficializzato il 29 aprile 2003.