Apple, aggiornamento QT per chi ha una Mini DisplayPort

di |
logomacitynet696wide

Apple fa fronte ai problemi di chi ha un nuovo MacBook o MacBook Pro Unibody: arriva un aggiornamento di QuickTime che permette la visione dei film comprati su iTunes anche su display esterno privo di connessione video sicura.

Apple va incontro ai possessori dei nuovi portatili con Mini DisplayPort e avrebbe rilasciato un aggiornamento (al momento in cui scriviamo non ancora disponibile) che rende questi portatili capaci di riprodurre il video a definizione standard su display esterni. A citarne il rilascio è, per ora, solo MacRumors.

L’update (QT versione 7.5.6) farebbe fronte ad un grave problema riscontrato in quei paesi dove iTunes store vende film; acquistando un titolo e tentando di vederlo usando il nuovo portatile mediante un display esterno su connessione non in grado di interpretare la protezione HDCP, il film è inutilizzabile. Poiché attualmente non esiste alcun adattatore sul mercato che collega una Mini DisplayPort ad un monitor con DisplayPort o con presa HDMI (le uniche abilitate alla protezione dei contenuti), l’unico sistema per vedere i film acquistati o affittati da iTunes, è o un LED Cinema Display o una AppleTv. Il problema, che affligge anche i film acquistati precedentemente, ha suscitato varie polemiche perché diversi clienti di Apple erano abituati a vedere i loro contenuti su un proiettore o su uno schermo esterno e dal momento dell’acquisto di un MacBook o MacBook Unibody, sono costretti a farlo usando solo il portatile.

Il nuovo QuickTime non rimuoverebbe la protezione dai film in alta definizione su iTunes, ma per ora non esiste altro modo di vedere questi film se non usando una AppleTv. I Mac non sono infatti stati abilitati alla loro riproduzione.

Il nuovo QuickTime, come accennato, non è ancora disponibile in nessuno dei canali tradizionali, ma solo via Aggiornamento Software per i possessori dei portatili in questione. Nel momento in cui sarà  disponibile sarà  scaricabile a partire dalla pagina di download. L’update è, in ogni caso, di limitatissima utilità  per gli utenti italiani.