Apple batte le previsioni

di |
logomacitynet696wide

Risultati fiscali buoni per Apple che posta un trimestre in attivo e superiore alle previsioni. IiBook grande protagonista degli ultimi 90 giorni.

Apple non solo rispetta ma addirittura batte le previsioni della vigilia.
Nel corso del rendiconto fiscale (che è ancora in corso mentre scriviamo) Cupertino ha annunciato profitti per 66 milioni di dollari, ovvero 19 centes per azione contro i 17 cents per azione che erano preventivati dalla maggior parte degli osservatori.
I dati appaiono poco favorevoli se li si confronta con quelli dello stesso trimestre dello scorso anno quando il profitto netto fu di 170 milioni di dollari e se si verifica il fatturato complessivo che è stato di 1,45 miliardi di dollari (leggeremente inferiore alle previsioni, 1,48 milioni di dollari), il 22% in meno dello scorso anno.
Ma il dato più significativo del bilancio del trimestre è nei margini lordi che sono sorprendentemente cresciuti rispetto allo scorso anno passando dal 25 al 30% del trimestre in corso, segno che Apple ha saputo in un tempo limare i dispendi economici, ottimizzare i rapporti con i fornitori e puntare su prodotti a margine più alto.
Tra questi si segnalano gli iBook le cui vendite sono triplicate nel settore educational negli USA consentendo ad Apple di arrivare al 18,2% di questo segmento particolarmente rilevante negli USA la cui crescita percentuale sul totale del mercato informatico è uno dei fatti di rilievo di questi ultimi mesi.
Apple complessivamente ha venduto 850.000 macchine nel trimestre, una cifra significativa se si considera la stasi del settore.
“Siamo riusciti a portare a termine nel modo migliore un trimestre difficile – ha detto Jobs – abbiamo guiadagnato percentualmente sul mercato, abbiamo lanciato nuovi prodotti come MacOs X 10.1 e siamo in linea con le previsioni di apertura per 25 negozi su tutto il territorio americano”
Apple, che ha una liquidità  di cassa altissima, più alta rispetto ai trimestri scorsi (4,3 miliardi di dollari) utile per investimenti di tutti i tipi, prevede che il prossimo trimestre il fatturato sarà  di 1,4 miliardi di dollari e con un rendimento per azione di 10 cents.
Il fatturato dell’anno si chiude con una perdita per 25 milioni di dollari su un fatturato di 5.36 miliardi di dollari contro un profitto di 786 milioni di dollari e un fatturato di 7,86 miliardi del 2000