Apple cancella Google X?

di |
logomacitynet696wide

E’ durata un solo giorno la vita dell’omaggio di Google a Mac OS X. La pagina di ricerca con le icone dei link “alla dock” sparita da Internet. Dietro c’è lo zampino di Apple?

E’ durato un solo giorno, anzi meno, l’l’omaggio di Google a Mac OS X. A distanza di una dozzina di ore dal momento della presentazione di un’interfaccia del motore di ricerca in stile dock, quello che era il lavoro di un ingegnere (Chikai Ohazama) appassionato del sistema operativo di Cupertino è stato cancellato dal web. Chiunque provasse ora a cercare la pagina si troverebbe davanti semplicemente ad un messaggio d’errore.

Alla domanda su che cosa sia successo dell’home page che, tra l’altro, tributava un appassionato elogio del sistema operativo, nessuno è in grado di rispondere esattamente. Il sospetto di alcuni siti, anche piuttosto autorevoli, è che sia stata proprio Apple a richiedere la cancellazione della pagina in ossequio ad un brevetto sul “genie effect”, ovvero l’effetto ingrandimento che la barra dei link del Google “Macosxsizzato” imitava.

In effetti, ripercorrendo all’indietro le vicende di Cupertino si può scoprire come questo tipo di effetto grafico, che appare anche nel dock, fosse stato registrato e come Apple non sia nuova alla difesa anche molto vigorosa dell’interfaccia di Mac OS X.

Google, interpellata al proposito, si è limitata ad evitare ogni commento. Anche Apple, interpellata, non ha fornito alcuna commento alla vicenda.