Apple e Motorola in rotta di collisione?

di |
logomacitynet696wide

Apple avrebbe perso la pazienza (e molti soldi) per i ritardi di Motorola sullo sviluppo di nuovi processori e potrebbe anche portare in tribunale la società  delle alette. L’opinione di alcuni siti dediti alle indiscrezioni pare avere qualche confererma da una sibillina dichirazione di Jobs.

Apple vuole fare causa a Motorola?

L’indiscrezione, iniziata a circolare nei giorni scorsi, si fonderebbe sui contrasti, sempre mantenuti ufficialmente ben coperti ma comunque piuttosto noti al popolo Mac, sorti intorno allo sviluppo del G5 e dichiarato recentemente morto prima della nascita dalla società  delle alette.

La cancellazione del chip ha causato danni notevoli ad Apple che sulle tecnologie di Motorola, tra cui AltiVec, e sul G5 aveva fondato buona parte delle sue strategie hardware. Il mancato sviluppo e poi il non rilascio del processore, in particolare, avrebbe impedito a Cupertino di inseguire sul piano del Megahertz la concorrenza PC, subendo danni valutati in 400 o addirittura 500 milioni di dollari.

Proprio 400 o 500 milioni di dollari sarebbero i danni che Apple è intenzionata a chiedere a Motorola in un futura causa in tribunale.

Prima di lanciarsi in un’avventura legale, però, Apple dovrebbe attendere di avere alternative alla fornitura dei processori di Motorola. Ma soprattutto dovrebbe attendere di avere nuovi processori, più potenti degli attuali, al fine di non gettare cattiva luce sui prodotti in commercio. E’ infatti del tutto evidente che una causa contro Motorola non solo guasterebbe i rapporti, pluriennali, con la società  di Schaumburg, ma finirebbe anche per dequalificare i Mac con processori G4 al loro interno.

Niente causa, dunque, almeno fino al rilascio di nuovi chip. significa niente causa, quindi, fino alla presentazione di macchine con PPC 970 e, magari, anche di nuovi processori Motorola.

Quanto sia fondata questa indiscrezione è difficile da dire. Quello che è certo è che ieri, nell’incontro con gli azionisti, una frase di Jobs è parsa fornire una qualche conferma al fatto che qualche cosa resta da puntualizzare e discutere del rapporto che unisce Apple a Motorola.

Ad una esplicita domanda rivolta da uno dei presenti all’incontro sulle relazioni tra Apple e il suo fornitore la risposta di Jobs è stata “Ci sarà  un momento in cui discuteremo pubblicamente dei nostri rapporti con Motorola”. Dove avverrà  questa “discussione”, nè quali saranno i termini e il tono, non è stato chiarito. Ma nulla esclude che possa davvero essere un’aula di tribunale