Apple e SVG: chi deve pagare chi?

di |
logomacitynet696wide

Apple ha registrato il brevetto del sistema usato per il formato grafico PNG nel 1995 ma già  all’inizio degli anni ’80 la tecnologia del canale Alpha era nota ed usata, ora sorgono problemi di natura economica per SVG che da PNG e derivati trae esperienza.

Il brevetto numero 5.379.129 registrato il 3 gennaio 1995 e applicabile dall’8 maggio 1992, da Apple (inventori Konstantin Othmer e Bruce A. Leak), recante la descrizione: “Method for compositing a source and destination image using a mask image” crea un po’ di timore agli sviluppatori perchè da Cupertino si cominciano a chiedere soldi a chi sfrutta tale tecnologia pur senza saperlo.
Il W3C SVG 1.0 Working Group, a supporto degli sviluppatori del formato grafico PNG – Portable Network Graphics (e il derivato MNG – Multiple-image Network Graphics che in particolare sembra essere in conflitto col primo paragrafo del brevetto Apple) in procinto di integrarsi nello standard SVG – Scalable Vector Graphic, suggerisce di seguire alcune avvertenze per non violare tale brevetto.
Ma il motivo fondamentale dello “scandalo” è che Apple avrebbe registrato il sistema “alpha blending” (unione di una immagine di partenza con quella finale tramite la loro maschera) che sta alla base del formato PNG quando però, già  da molto tempo prima, il sistema era noto e ampiamente utilizzato.