Apple e Sony Music trattano

di |
logomacitynet696wide

Trattative in corso tra Apple e Sony Music per l’€™iTunes giapponese. Sony. ‘€œvogliamo che gli utenti di iPod possano avere le nostre canzoni’€. Si allenta la tensione anche sulle divergenze che dividono le due società  sul futuro del commercio della musica on line?

Faccia a faccia tra Apple e Sony Music. Le due società  stanno trattando per verificare la possibilità  di un accordo in virtù del quale le canzoni della multinazionale della musica possano sbarcare sulla versione giapponese di iTunes Music Store.

A diffondere la notizia è stata la stessa Sony Music. ‘€œStiamo negoziando con Apple ‘€“ ha detto Yasuhi Ide, un portavoce di Sony ‘€“ in merito al business del download e speriamo di espandere la nostra base di utenza agli utilizzatori di iPod’€.

La notizia di una trattativa tra Apple e Sony Music giunge inaspettata e si colloca in un contesto dove i rapporti tra la casa di Cupertino e il colosso giapponese vengono descritti non come idilliaci. Sony Music sarebbe in prima fila per chiedere la modifica su scala planetaria degli accordi che regolano la concessione della musica ad Apple; il disaccordo sulla prosecuzione dei contratti in vigore da un paio d’€™anni sarebbe, secondo diverse fonti, alla base della mancata concessione per il mercato giapponese dei diritti di commercializzazione dei circa 25.000 brani di cui Sony Music controlla le royalties. Tra le ragioni del contrasto anche la battaglia che la casa madre di Sony Music ha instaurato proprio con Apple per il controllo del mercato dei player.

A chi, nel campo della musica digitale, ha fatto notare come un accordo con Apple potrebbe rappresentare una sorta di suicidio commerciale per Sony, il portavoce ha replicato seccamente, sostendo che ‘€œstiamo semplicemente operando per far sì che la nostra musica sia disponibile agli utenti di iPod’€.

Secondo il giornale Yomiuri Shimbun l’€™accordo tra Apple e Sony potrebbe essere finalizzato entro la fine dell’€™anno. La data non è stata però confermata da Yasuhi Ide secondo cui al momento non esiste ancora un accordo sui dettagli, tra cui il prezzo delle singole canzoni.