Apple e Verizon trattano per un iPhone su misura per reti CDMA?

di |
logomacitynet696wide

Cupertino e Verizon sarebbero in trattative per sviluppare un iPhone ad hoc in grado di operare sulle reti CDMA di Verizon da commercializzare nel 2010. Lo rivelano alcuni addetti ai lavori a USA Today. Ma l’ipotesi, alla luce di alcune dichiarazioni recenti di manager Apple, appare poco probabile.

Una sola indiscrezione riportata oggi da USA Today è in grado di mettere in forse due presupposti imprescindibili, fino a oggi, circa iPhone e la commercializzazione adottata da Cupertino per lo smartphone negli Stati Uniti. Secondo quanto riportano alcuni anonimi addetti ai lavori sarebbero in corso trattative tra Apple e Verizon per studiare la possibilità  di realizzare un iPhone ad hoc, in grado di operare sulla rete CDMA di Verizon, e di cui potrebbe cominciare la commercializzazione nel 2010.

Fino a oggi Apple ha proposto ai vari operatori mobile una configurazione universale di iPhone, in grado di operare sulle reti 3G GSM. Secondo diverse indiscrezioni in circolo sul Web e alcuni analisti il rifiuto di Cupertino di realizzare un iPhone ad hoc è stata una delle ragioni che ha portato alla chiusura delle trattative con China Mobile che utilizza reti cellulari 3G proprietarie.

Più direttamente ed esplicitamente Apple ha anche detto nel contesto della presentazione dei risultati fiscali che la tecnologia CDMA non ha futuro a lungo termine e che la scelta per il GSM è stata dettata dall’esigenza di lanciare un telefono “mondiale”. L’indiscrezione che trapela oggi che riporta di un possibile futuro iPhone CDMA appare quindi non molto fondata e rappresenterebbe un cambio di strategia per Apple e una smentita di quanto detto fino ad oggi.

In ogni caso che Apple possa cercare alternative all’operatore unico non appare troppo strano. Vale la pena ricordare che in molto parti del mondo non esiste una vera e propria esclusiva. Per altro, come dimostrato nell’ultimo bilancio trimestrale di AT&T i risultati e i ricavi generati da iPhone rappresentano una parte sostanziale delle voci positive in un periodo in cui altri servizi e dispositivi segnano andamenti decisamente meno brillanti o negativi. In questa ottica la fine dell’esclusiva per iPhone in USA rappresenterebbe per AT&T una perdita considerevole e quindi è probabile che il primo operatore mobile americano e attuale unico partner di Apple, possa tentare di rilanciare per mantenere la partnership privilegiata con la Mela.

Infine i rumors anonimi riportati oggi da USA Today sembrano in linea con altre indiscrezioni lanciate dal Wall Street Journal. L’autorevole quotidiano finanziario sosteneva che il termine ultimo per la commercializzazione in esclusiva di iPhone da parte di AT&T è in scadenza per il 2010, rendendo possibile per l’anno prossimo l’inizio di una commercializzazione anche con qualche altro operatore. Quale possa essere questo operatore non è facile da dire. Quel che è certo è che se sarà  Verizon delle due l’una: o Apple smentirà  tutto quel che ha detto fino ad oggi, creando un iPhone solo per le reti CDMA, o Verizon creerà  una rete GSM. Tutte e due le ipotesi sembrano, francamente, al momento non troppo probabili.