Apple iWork ’08: migliorano Keynote e Pages, debutta Numbers

di |
logomacitynet696wide

L’evento speciale Apple ha visto presentata la nuova versione di iWork. L’edizione 2008 ha come principale novità  il debutto di Numbers ’08, foglio elettronico sviluppato dalla Mela. Vediamo tutte le novità  dell’intera suite.

Numbers ’08
Dopo una lunga attesa, a tratti quasi spasmodica, finalmente anche Apple ha presentato il suo applicativo per fogli elettronici, naturalmente all’interno della suite iWork ’08.
Numbers (questo il nome del foglio elettronico) consentirà  di organizzare dati di ogni tipo, dal semplice budget familiare, fino ai più complessi calcoli finanziari.

Le opinioni positive sull’applicativo già  iniziano a farsi sentire: alcuni, oltre a considerarlo “un nuovo Excel”, lo vedono innovativo addirittura quanto lo fu Hypercard.
In altri casi si parla di una nuova filosofia di spreadsheet, dove il “foglio di calcolo” passa in secondo piano e diviene parte integrante di una “tela” all’interno della quale emergono numerosi elementi fra loro coerenti.

Tante le particolarità  di Numbers ’08. Si parte con le tabelle intelligenti, flessibili, integrabili e formattabili a piacere e con semplicit;. Il tutto implementando grafici a due e tre dimensioni, indipendenti dai dati sorgente.

Sono incluse più di 150 funzioni di calcolo attivabili con immediatezza, funzioni “ipotetiche” che permettono di riscontrare i risultati cambiando le variabili a piacimento, e funzioni di filtraggio ed esclusione secondo criteri numerici, testuali o di posizionamento.
Numbers, come tutte le altre iApp, è perfettamente integrato con la Rubrica e consente di lavorare con flessibilità  utilizzando i propri contatti.

Nel classico stile Apple, Numbers integra numerosi templates, per dare al foglio elettronico un aspetto più gradevole e adatto alle situazioni. I grafici e le tabelle sono poi personalizzabili con varie cornici, intestazioni ed etichette; è consentito l’inserimento di elementi multimediali presi direttamente da iLife, o la trasformazione dei fogli in presentazioni.
Facilitata anche la funzione di stampa, con la preview in scala modificabile a piacere, per ottenere il massimo in formato cartaceo.

Ampia la compatibilità  dei formati: Numbers può operare con files Excel (2007 incluso), file in formato open XML, AppleWorks, OFX, vCards e CSV. Altrettanto efficace lesportazione, sempre in Excel, CSV oppure PDF.

Pages ’08
Nonostante l’attenzione sia stata catalizzata da Numbers, anche Pages ha avuto le sue migliorie.

La nuova versione offre più versatilità  per chi desiderava un applicativo più orientato al word processing e meno al layout. Si parte con 80 templates per word processor e 60 per page layout. Anche in questo caso è presente la navigazione sui contenuti di iLife, tabelle e grafici personalizzabili e facilmente inseribili.

La barra degli strumenti presenta tutti i tool necessari a portata di mano, principalmente sulla formattazione di pagina, paragrafi e caratteri. Presente una funzione per le revisioni, che migliora il lavoro in condivisione.
Come Numbers, Pages dialoga perfettamente con la Rubrica, sia per l’integrazione dei propri dati sui documenti, sia per la creazione di etichette o biglietti da visita.

Pages è attento anche alla progettazione delle pagine: numerose le opzioni di personalizzazioni con bordi, cornici, forme o immagini importabili dall’esterno. Allo stesso modo è semplice posizionare gli oggetti in relazione al testo, lasciando che le porzioni testuali si inseriscano dove desiderato.
E’ poi disponibile un nuovo track box, che permette di seguire più comodamente la spartizione di un testo all’interno delle pagine, per non perdersi mai nella struttura del documento.

Anche per Pages i formati compatibili sono innumerevoli: Word (2007 incluso), open XML, AppleWorks, RTF ma anche altri formati multimediali AAC, AIFF, MP3, EPS, JPEG, PNG, PDF, PSD e MOV. Possibile l’esportazione in PDF, RTF, simple text e Word.

Keynote ’08
Il programma per le presentazioni si potenzia ulteriormente, migliorando le già  ottime prestazioni.

Si ripetono le caratteristiche degli altri due applicativi, con più di 35 temi per presentazioni già  predefiniti, ed un’interfaccia facilmente navigabile, all’interno della quale è possibile l’inserimento di tabelle e grafici dinamici.

Gli strumenti per perfezionare le proprie presentazioni vanno dalle classiche funzioni di allineamento, alla creazione personalizzata di forme ad hoc, dalla possibilità  di adattare gli elementi al contesto a quella di poterli aggiungere navigando i documenti di iLife.

Molto curate le transazioni, con oltre 25 effetti per le diapositive e numerose opzioni per il testo e per gli elementi della presentazione, che consentiranno di ottenere effetti esteticamente notevoli e animazioni di alto livello con pochi colpi di mouse; il tutto sempre con totale controllo delle tempistiche e delle durate dei passaggi.

Una buona presentazione deve tener conto anche del pubblico: oltre agli utili strumenti per affrontare una presentazione in diretta (come un orologio di riferimento e un layout per tenere sotto controllo il progredire delle slide) con Keynote ’08 si possono realizzare anche presentazioni “in differita”, registrando la voce; oppure esportare il lavoro e magari condividerlo con iWeb o su YouTube.

Keynote ’08 è compatibile con i formati di PowerPoint (2007 incluso) e open XML. Può manipolare formati multimedia come PEG, TIFF, PNG, PSD, EPS, PDF, AIFF, MP3, AAC, MOV, ed esportare in PowerPoint, filmati QuickTime, Flash oppure PDF, HTML, o file di immagine.

Chi volesse provare il nuovo iWork ’08 può scaricarne una versione di prova gratuita (sono oltre 450 MB) di 30 giorni da questo link.
La versione definitiva ha un costo di 79 Euro per la licenza singola e 99 per il family pack (si veda questa pagina del sito Apple)

Per i commenti dei lettori di MacityNet si veda questa sezione del nostro Forum.