Apple invade l’etere: Airport e Bluetooth

di |
logomacitynet696wide

Cupertino realizza la doppietta, con l’annuncio al Macworld di Tokyo, nel supportare entrambi gli standard wireless: 802.11 e Bluetooth, aprendo le porte a tutte le possibilità  di comunicazione senza fili.

Nell’autunno dell’anno scorso, avevamo già  dato notizia della volontà  di Apple di interessarsi allo standard di trasmissione Bluetooth, ed infatti, il tempo ha dimostrato che Bluetooth ed Airport non sono tecnologie concorrenti, ma possono convivere ciascuna con i suoi spazi e termini di applicazione (analogamente a quanto succede attualmente per le interfacce USB e FireWire).
Certamente i modi di utilizzo saranno differenti, ma era ben chiaro che fosse difficile far colloquiare PDA, cellulari ed altre periferiche minori per mezzo dello standard 802.11.
Dunque perché non abbracciarne un altro, magari non diffuso, ma tecnologicamente consolidato?
Questa è la domanda che devono essersi posti in Apple e la risposta ci è stata data nel corso del keynote di Mr. Jobs al Macworld di Tokyo, in corso in queste ore.
Per mezzo di una micro-antennina, realizzata da D-Link, comprendente anche la circuiteria necessaria, la magia si compie: è sufficiente collegare tale dispositivo ad una delle porte USB ed attivare il software di gestione (disponibile in versione
Technology Preview 1 da aprile).

Istantaneamente il sistema rileverà  la presenza di altri apparecchi Bluetooth, consentendo una connessione stabile, sulla frequenza radio di 2.4GHz, sino ad un raggio di 10 metri.
L’adattatore risulta già  acquistabile via AppleStore, per quanto, nelle note, venga indicato un tempo di attesa variabile tra le sei e le otto settimane.