Apple ottava in Europa

di |
logomacitynet696wide

Il mercato europeo rallenta e Apple rallenta più di altri (-26%) ma tiene la ottava posizione.

Apple in ottava posizione tra i marchi più venduti in Europa. A stimare i risultati di vendita della Mela nel vecchio continente è la società  di indagini di mercato Context che ha rilasciato nei giorni scorsi un rapporto dettagliato.Secondo Context, come accennato, Cupertino si colloca all’ottavo posto dietro a tutti i colossi che dominano il panorama mondiale. Per Apple si tratta di una risultato che conferma quanto conseguito lo scorso anno. Una stabilità  che però é frutto di un rallentamento globale più che di una reale tenuta visto che, come sappiamo in Europa le vendite di computer Mac sono calate del 26%, ovvero di 75.000 unità  rispetto al 1999.Ricordiamo che Apple veniva collocata sul mercato USA al quinto o al sesto posto a seconda delle fasce di mercato prese in considerazione.La classifica del mercato europeo è ancora guidata da Compaq, seguita da Dell, HP, Fujitzu Siemens e IBM. Compaq detiene il 13,1% del totale delle vendite con un calo di quasi il 2% rispetto all’anno precedente. Avanza Dell che conferma anche nel nostro continente la crescita che su scala planetaria l’ha portata a conquistare il primo posto scalzando per la prima volta dopo anni Compaq dal trono di leadership mondiale. Alle spalle del quintetto Sony ha una crescita impetuosa (quasi il 50% in più in un anno) ma potrebbe non riuscire a tenere a bada Acer che anche grazie alla prima posizione sul mercato italiano cresce anche di più.Il mercato europeo è complessivamente cresciuto del 7%, poco rispetto al passo che riusciva a tenera in passato ma che suona rassicurante rispetto a quello che è accaduto sul mercato USA (solo +3,5%) e soprattutto rispetto alle attese. Anche nel vecchio continente reggono le vendite dei server, viaggiano a passo di carica quelle dei portatili e languono quelle delle macchine consumer. Nonostante la vena di ottimismo, in ogni caso, gli analisti invitano alla prudenza. Il 2001 potrebbe segnare un rallentamento anche se le condizioni economiche Europa, migliori di quelle USA, potrebbero sostenere la domanda su livelli accettabili.