Apple pensava ad (una specie di) iPhone negli anni ’80

di |
logomacitynet696wide

Dal cassetto di uno dei padri dei primi Mac emerge la foto di un prototipo di telefono con computer integrato. È il bisavolo dell’iPhone e anche allora il partner era At&T.

Qualcuno l’ha già  battezzato l’iPhone degli anni ’80. In realtà  si tratta, probabilmente, solo di un organizer integrato rozzamente in un telefono, ma questo nulla toglie alla capacità  di suggestione di un prototipo, uno dei tanti di Apple di quegli anni, apparso oggi su Internet.

A presentare il “telefonuper” o il “compufono” in alcune foto mai viste fine ad oggi è Marc Esslinger, oggi comunissimo autore di un blog Fudder, ma che ha ereditato i geni e soprattutto il patrimonio intellettuale e l’album fotografico del padre, Harmut Esslinger noto al mondo per essere stato il designer dell’Apple IIc, il primo portatile al mondo, ma anche l’autore di numerosi concept mai rilasciati tra cui il telefono con Pda integrato.

Quello che si può dedurre dalle foto è davvero poco, ma quel poco appare sicuramente interessante e curiosamente convergente con le idee di fondo di iPhone. Ad esempio lo schermo è un “paleo-touch” con penna stilo, come si usava a quei tempi. In una immagine si vede persino una tastiera virtuale. In altre foto, a lasciare intendere che la fantasia Esslinger non mancava, si vedono cornette telefoniche integrate in stampanti e persino tastierini telefonici con “tasto-mela”.

Curiosamente il prototipo era stato studiato in collaborazione con At&T, ovvero con quella stessa società  con cui oggi Apple ha una stretta alleanza per il rivoluzionario iPhone. Come dire che “corsi e ricorsi della storia” non è solo un modo di dire.

Grazie della segnalazione ad Andrea Gilardoni e a Sara Sturmhoevel per la traduzione.