Apple produrrà  40-45 milioni di iPhone

di |
logomacitynet696wide

I piani di produzione di iPhone trapelano da una fonte anonima vicina a Cupertino e citata da BusinessWeek: produzione fino a 45 milioni di pezzi in 12 mesi, lanci internazionali e, forse, a gennaio modelli di iPhone dal prezzo più abbordabile.

Minimo 40 milioni, massimo 45 milioni di iPhone verranno costruiti e possibilmente venduti entro i prossimi 12 mesi. Non si tratta di un’altra previsione elaborata da analisti e ricercatori bensì dei piani reali di produzione che Cupertino avrebbe messo in opera per i prossimi 12 mesi, a partire all’incirca da metà  agosto corrente fino al mese di agosto 2009.

La notizia è apparsa su BusinessWeek che afferma di aver appreso i piani di produzione di iPhone da una fonte molto vicina a Cupertino e che desidera rimanere anonima. Il nuovo dato supera qualsiasi previsione elaborata dagli analisti fino a questo punto, compresa quella più ottimistica elaborata da Gene Munster che, per lo stesso periodo di tempo, stima in 26 milioni le unità  di iPhone realizzate da Cupertino.

L’informatore anonimo che secondo l’autorevole settimanale di informazione economica è molto informato sulle cose Apple, afferma che Apple ha incrementato i propri piani di produzione dopo aver constatato che le vendite iniziali dall’11 luglio in poi hanno superato le previsioni della casa. Al giorno del lancio il piano di produzione di iPhone consisteva in 30 milioni di pezzi in 12 mesi. Ora, la gola profonda rivela, dalle linee di produzione orientali escono 150.000 iPhone al giorno: moltiplicando questo numero per 52 settimane all’anno e per 5 giorni lavorativi alla settimana si ottiene un totale di 39 milioni di pezzi all’anno.

Interessanti i piani di Cupertino per mantenere alta la domanda di iPhone e giustificare così gli elevati ritmi di produzione pianificati. Le vendite di iPhone sono incredibilmente alte i primi giorni di lancio, quando lo smartphone approda in un nuovo paese e gli appassionati di tecnologia affrontano file e attese per poter acquistare il nuovo gadget in anteprima. Le vendite poi di abbassano e si stabilizzano: per sostenere la domanda Apple ha in cantiere la commercializzazione di iPhone in buona parte dei paesi del Globo, inclusi i mercati esplosivi di Russia, Cina. Infine la diversificazione: Gene Munster prevede che Apple presenterà  modelli meno costosi di iPhone al Macworld di gennaio. Secondo BusinessWeek e i principali anaisti di mercato questi fattori, uniti alla risoluzione dei problemi di ricezione dell’attuale iPhone 3G, permetteranno ad Apple di raggiungere gli obiettivi prefissati.