Apple, record storico di Mac venduti

di |
logomacitynet696wide

Apple annuncia ufficialmente i dati del trimestre fiscale. Battute tutte le previsioni di Wall Street con 4,84 miliardi di dollari di fatturato. Record storico per le vendite di Mac in un trimestre: 1,61 milioni.

Apple, anche nel trimestre che doveva essere uno dei più contrastati degli ultimi tempi, riesce ancora una volta a battere le previsioni.
Cupertino qualche minuto fa ha, infatti, annunciato un fatturato per 4,84 miliardi di dollari, 62 centesimi di profitto per azione, 546 milioni di dollari di profitto. Le previsioni degli analisti intervistati da Thompson First Call prevedevano invece mediamente profitti per 51 centesimi per azione e un fatturato 4,66 milioni di dollari, il 27% in più dell’anno passato.

Apple ha battuto tutte le previsioni anche in fatto di Mac venduti, 1.61 milioni (gli analisti gliene assegnavano al massimo 1,5 milioni) e di iPod: 8.7 milioni di iPod (alcuni analisti tra i più pessimisti avevano previsto meno di 8 milioni di iPod venduti e i più generosi non gliene assegnavano più di 8,6 milioni).

L’aumento dei Mac venduti è stato del 30% rispetto lo stesso periodo dello scorso anno, quasi tre volte la media del mercato prevista per il trimestre, e quella di iPod è stato del 35%. Il numero di Mac venduti nel corso del trimestre è il più alto di tutti i tempi per Apple, superiore anche agli 1,38 milioni del trimestre di Natale del 2000 che fino ad oggi era il massimo storico.

L’anno si chiude con 39 milioni di iPod venduti e 5,3 milioni di Mac.

Apple prevede ora per il trimestre in corso un fatturato tra i 6 e i 6,2 miliardi di dollari e profitti tra i 70 e i 73 centesimi per azione. Se rispettati questi dati rappresenterebbero il massimo storico di ogni tempo per Apple, largamente largamente superiore ai 5,75 miliardi di dollari dell’eccezionale trimestre di Natale dello scorso anno (quando Apple vendette 14 milioni di iPod).

Apple a margine della presentazione dei risultati fiscali fa anche sapere che i dati sono da considerarsi preliminari in conseguenza degli aggiustamenti che si renderanno necessari per fare fronte alla vicenda stock options. Ma il provabilissimo taglio ai profitti non sarà  certo in grado di scalfire la fiducia degli investitori che terranno certamente prima di ogni altra cosa in considerazione l’eccezionale trend in crescita della Mela che interessa non più solo gli iPod ma anche il mondo dei computer Mac.