Apple sempre più interessata ai giochi

di |
logomacitynet696wide

Apple è sempre più interessata all’universo dei giochi e in futuro farà  tutto quanto possibile per convincere gli sviluppatori a considerare il Mac come piattaforma ludica. Il proclama è contenuto in tre pagine web che sul sito di Apple spiegano gli sforzi compiuti negli ultimi mesi per supportare il mondo dei giochi. L’articolo, comparso in occasione della ormai conclusa Games Developer Conference, focalizza l’attenzione su alcune scelte strategiche, principalmente l’adozione di OpenGL, delle schede ATI RAGE 128 e dei sistemi di connessione ormai standard nel mondo PC come USB “Questo – sostiene Kathy Tafel, responsabile marketing manager del mercato consumer della società  – ha reso più facile sviluppare per Mac. Per questo sempre più produttori scelgono di rilasciare i loro giochi in multipiattaforma”.

Vengono citati, tra gli altri, Neverwinter Nights, un gioco di ruolo prodotto di creatori di Baldur’s Gate, Summoner, già  citato da queste pagine, un RPG ambientato in un mondo oscuro e inquietante, l’atteso Diablo II e Tropico, una sorta di incrocio tra un adventure e un gioco di strategia ambientato in un improbabile “Banana Repubblic” del centroamerica.
La Tafel non dimentica di citare neppure i vantaggi hardware che il nuovo corso del Mac presenta per gli sviluppatori, dall’adozione di USB (secondo Apple supportato in maniera più coerente rispetto a quanto accade nel mondo Win) all’apertura ad hardware aggiuntivo. E’ il caso delle schede 3Dfx che con l’arrivo del nuovo chip VSA-100 supportano il Mac a livello di processore.
Il risultato è, appunto, che in futuro vedremo una piattaforma che guarda sempre con maggior interesse ai giochi che, come molti sanno, sono una buona parte del carro trainante per le vendite delle CPU nel mondo PC.