Apple sempre più wireless

di |
logomacitynet696wide

Nella strategia di Apple le tecnologie wireless occupano un posto sempre più importante, almeno stando alle recenti dichiarazioni di Poterman, il responsabile europeo per il settore Mobile di Apple e riportate da MacWorld UK.
Tra le strategie future, oltre ad i frutti di una lunga collaborazione con Nokia ed Ericsson, troviamo anche una tecnologia molto interessante per diverse applicazioni: Bluetooth. Vediamone pregi e difetti…

La tecnologia Bluetooth, adottata tra i tanti da 3Com, Ericsson, IBM, Intel, Lucent, Microsoft, Motorola, Nokia e Toshiba, in un primo momento e’ stata snobbata da Apple, concentrata invece a sviluppare il suo AirPort, ma adesso sembra riproporsi per nuovi campi di applicazione, in particolare sulla telefonia GSM; tale standard ha, in effetti, molti punti in comune con AirPort, primo su tutti il funzionamento tramite onde radio e non via segnali ottici (come IrDA), una scelta decisamente interessante e che permette di superare problemi quali la stretta vicinanza dei dispositivi ed eventuali ostacoli frapposti. Certamente le differenze sono molte, Airport permette velocita’ di trasferimento dati e portata dei dispositivi molto superiori, viceversa Bluetooth è vincolata a distanze intorno ai 10 metri ed ha una larghezza di banda di circa 1Mbit contro gli 11 Mbit di Airport, tuttavia, vista la natura dei collegamenti che verranno effettuati con tale standard, le caratteristiche sono ampiamente sufficienti. Il primo campo di applicazione potrebbe essere proprio la connettivita’ con dispositivi di telefonia mobile: “gli utenti powerbook vogliono collegare i loro telefonini al portatile via IrDA e, tra qualche tempo, via Bluetooth con soluzioni terze parti” è una delle dichiarazioni di Poterman, ed effettivamente la possibilità  potrebbe essere davvero allettante, immaginate che tutto ciò che dovete fare per connettere il portatile al web sia solo accenderlo ed aprire la connessione, mentre il vostro fido powerbook cerca via radio il telefonino, comodamente rimasto in tasca o nella borsa, accede ad esso, tira su la connessione e vi fa scaricare la posta e navigare…
Le dichiarazioni rilasciate da Poterman vanno anche oltre, infatti, il manager europeo, ha anche parlato di una stretta collaborazione con Ericsson e Nokia nell’ultimo anno e non è affatto escluso che le soluzioni terze parti prospettatte provengano proprio da una di queste aziende, Ericsson infatti avrebbe già  pronte diverse soluzioni basate su tale standard, si tratterà  di portare tutto su una PC Card e renderla compatibile con sys X, ma certamente non sarà  un lavoro impossibile.

Nel frattempo aspettiamoci ancora novità  proprio da Nokia ed Ericsson sul fronte della telefonia mobile, entro pochi mesi dovremmo vedere infatti anche prodotti più tradizionali e compatibili con i nostri portatili.