Apple sta per lanciare 4 nuovi iPhone?

di |
logomacitynet696wide

Secondo un sito americano Apple avrebbe appena ottenuto l’approvazione per 4 modelli di iPhone, da 4, 8, 16 e 32 GB mentre un operatore mobile canadese mette nella tabella di marcia un modello supereconomico del telefono di Apple. Diventa più concreta la possibilità  che Cupertino possa lanciare un assalto a nuove nicchie di mercato, inclusa quella di clienti più attenti al portafogli. Una rivoluzione più grande di quella prevista alla WWDC?

Apple ha ottenuto la certificazione di 4 diversi tipi di iPhone, da 4, 8, 16 e 32 GB. Ecco la notizia che, se confermata, corre il rischio di essere il più serio indizio di una vera rivoluzione che si appresta a debuttare nei prossimi giorni nella sfera dei cellulari di Apple. A lanciare la ‘€œbomba’€ è è Engadget che sostiene di avere avuto informazioni dirette da una fonte affidabile. L’€™organismo da cui trapela l’€™indiscrezione è il PTCRB (PCS Type Review Certification Board), l’€™organismo che cura la certificazione dei dispositivi come compatibili con alcuni operatori mobili.

L’€™indiscrezione di Engadget viene apparentemente confermata da uno scatto pubblicato da Boygeniusreport che mostra un iPhone nel listino di Fido Solutions, un operatore cellulare di proprietà  di Rogers, il partner Apple in Canada. Nell’€™immagine pubblicata dal sito si cita anche la video chiamata (attraverso iChat), il che significherebbe una telecamera frontale e quindi se non altro un hardware aggiornato. Molto interessante il prezzo: 99 dollari canadesi, circa 65 euro, un listino davvero allettante e che potrebbe tradursi alle nostre latitudini in un prezzo al di sotto dei 200 euro se l’iPhone fosse acquistato sbloccato e senza obbligo di contratto.

Le voci su cellulari da 4 e 8 GB accanto a modelli da 16 e 32 GB sembrano dare credito a chi sostiene da tempo che Apple si prepara ad invadere con i suoi prodotti anche altre fasce di mercato con minore potere di spesa e a rispondere con prodotti più economici al periodo di crisi economica. In particolare i modelli da 4 e 8 GB potrebbero essere la concretizzazione dell’€™atteso iPhone ‘€œnano’€, intendendo con questo un modello più semplice sotto il profilo hardware e software, non tanto una versione con un fattore di forma diverso come è stato sostenuto da qualche fonte fino a ieri. I modelli da 16 e 32 GB si potrebbero invece immaginare come iPhone di fascia più alta, con nuovi processori e alcune funzioni software non supportate (magari anche proprio per un hardware meno potente) dai modelli da 4 e 8 GB.

L’€™ipotesi di una differenziazione in due fasce di prodotto per iPhone è, come accennato, una ipotesi in circolazione da tempo, rilanciata recentemente dal solitamente affidabile iLounge. Secondo il sito i due modelli si differenzierebbero anche per la velocità  della connessione: 3G il modello base e 3.5G il modello di fascia più alta.

Per altro va detto che Apple potrebbe facilmente lanciare iPhone da 4 e 8 GB a prezzo molto ridotto (sotto i 100$?) semplicemente mantenendo in servizio gli attuali modelli con quale ritocco cosmetico (retro non più lucido ma opaco, ad esempio) e dotandoli di una piccola macchina fotografica frontale.

Resta da vedere se Apple, in questo caso, si limiterà  a differenziare i quattro modelli citati da Engadget rinnovandoli sottopelle o se non coglierà  l’€™occasione per introdurre con i modelli da 16 e 32 GB anche un nuovo design. L’€™imopressione è che operando in questo modo Apple allargherebbe ulteriormente il mercato: con i modelli da 4 e 8 GB Cupertino rggiungerebbe clienti con portafogli meno gonfio, con i modelli da 16 e 32 GB stimolerebbe il ciclo di aggiornamento da parte di chi ha già  comprato le attuali versioni.

La verifica di tutto quanto scritto potrebbe non essere molto distante. La WWDC sembra il luogo più opportuno per presentare le novità  nel settore di iPhone. Pare anche abbastanza probabile a questo punto che il lancio, anche se magari solo parziale, dei nuovi modelli possa giungere prima dell’inizio di luglio, data limite fissata dalla maggior parte degli osservatori per il debutto della rinnovata gamma dei cellulari della Mela.