Arriva MySQL 5, il database open source

di |
logomacitynet696wide

La nuova versione del database costruito con il codice libero è uno dei maggiori passi in avanti di MySQLab. Numerose le novità  tecniche e soprattutto sempre maggiore competitività  con i prodotti commerciali più diffusi.

In un mondo in cui Ibm, Microsoft e Oracle gestiscono la maniera con la quale vengono archiviati i dati – grazie a prodotti che hanno costituito uno degli assi portati dell’informatica aziendale prima e di rete poi – c’è spazio anche per un po’ di colore open source. Molto spazio.

Con la nuova versione appena rilasciata di MySQL, la numero cinque, i MySQLab fanno un passo avanti tecnologico di non poco momento. Il gruppo di lavoro principale, diviso tra Uppsala in Svezia e Cupertino in California, infatti, ha appena segnato un avanzamento sottoposto a numerose esigenze di mercato: adesso il database open source gestisce molte più funzionalità  SQL standard, come triggers, procedure di storage dei dati, viste, nuovi motori di storage inseribili “a caldo”.

Oltre alle varie versioni per Linux (che è ovviamente il protagonista assoluto di questo tipo di prodotto), Unix e Solaris, non potevano mancare però quelle per MacOsX, scaricabili insieme alle altre a partire da questa pagina.