Arrivare primi va bene, ma poi?

di |
logomacitynet696wide

Il Fisco On Line si annunciava come un modo piu’ “piacevole” di alleggerire i compiti degli “spremuti” italiani, ma alla prova dei fatti il suo utilizzo si è dimostrato più difficile del previsto e del prevedibile

Oggi, eccezionalmente, e’ l’ultimo giorno per approfittare del Fisco On Line per pagare l’IVA o trasmettere i modelli 770. La proroga si e’ resa necessaria, per disposizione di Attilio Befera, direttore centrale delle riscossioni, una volta verificato che c’erano dei seri ostacoli (dovuti all’intasamento di fine scadenze, peraltro resosi necessario dal ritardo del rilascio dei programmi di verifica necessari) all’uso on line dei servigi del Ministero delle Finanze.

La sanzione fino a dieci milioni non fa piacere a nessuno e quindi in molti si sono attaccati alla cornetta del telefono tentando di parlare con Entratel nei giorni scorsi (entro la regolare scadenza, 30 giugno per mod. 770, dichiarazione IVA aprile 2000 e dichiarazione IVA primo trimestre 2000) ma spesso con scarsi risultati.

Solo settimana scorsa Clinton ha dato disposizione per dichiarare legale la “firma elettronica” e i nostri governanti non hanno atteso molto per ironizzare sul presunto ritardo degli Usa anche confronto all’Italia.

Ricordiamo che sul primato italiano di Fisco On Line il Ministero non aveva risparmiato comunicati e dichiarazioni. Macity/MacProf ne hanno parlato settimane fa.