Assicurazione contro gli Hacker? Con NT paghi di piu’!

di |
logomacitynet696wide

Uno dei fattori di scelta di un sistema per la gestione dei server e’ il grado di sicurezza che puo’ offire contro gli attacchi degli hacker.
Anche per questo scegliere Windows puo’ costarvi caro.

Chi ha un minimo di dimestichezza con i servizi riservati a chi vuole installare i propri server per un collegamento internet sa benissimo che scegliere Unix BSD o Linux (e anche Mac OS Server) comporta un notevole risparmio, non tanto per i tool da utilizzare (molti Open Source) ma per i costi di installazione che gli operatori richiedono: sebbene Microsoft vanti di avere i migliori servizi per internet la scarsa facilita’ di configurazione e gli elevati tempi per eseguirla sono causa di notevoli sovrapprezzi praticati da pressoche’ tutti coloro che si occupano di sviluppare e installare servizi per i server.

Ma anche il lato sicurezza ha le sue falle ed oltre a costare di piu’ in termini di preoccupazioni, tempo per risolveri i bachi e strategie per la “difesa” ora ha un ulteriore prezzo da pagare: quello per assicurarsi.

Cosi’ almeno sostiene una delle prime agenzie ad offrire una polizza contro gli attacchi degli hacker: quando il cliente utilizza Windows NT deve pagare dal 5 al 15% in piu’ per i premi proprio perche’ e’ maggiore la possibilita’ di essere attaccati e perdere dei dati.

Non si sa se altri assicuratori seguiranno questa strada ma il percorso e’ tracciato ed e’ un ulteriore segnale per il mondo dei server che guarda con sempre piu’ diffidenza ai prodotti di Microsoft grazie anche alle valide alternative, magari meno pubblicizzate ma che danno piu’ garanzie di sicurezza e di facilita’ di manutenzione.