Ati compra i chip di Nintendo

di |
logomacitynet696wide

ATI ha confermato di avere investito 400 milioni di dollari (oltre 800 miliardi di lire) nell’acquisto della più piccola concorrente ArtX specializzata nella produzione di chip a basso costo e basso consumo per l’utilizzo in computer palmari e dispositivi specializzati nella navigazione e nel gioco. ArtX fornità  anche i chip per l’accelerazione 3D in Dolphin, la consolle di Nintendo che succederà  a N64 e basata su una versione speciale di PowerPC.