Ati, continua la battaglia

di |
logomacitynet696wide

Ati presegue la battaglia con Nvidia cercando di conquistare nuove fasce di mercato. Firma con cinque costruttori di schede madri PC e annuncia: tra breve i nomi dei produttori di schede che useranno i nostri chip

Ati continua la sua battaglia a distanza con Nvidia per cercare di riconquistare posizioni sul mercato.Ieri la società  di Markham in Ontario ha annunciato di avere raggiunto un accordo con cinque nuovi partner per la fornitura dei suoi chips. Si tratta di DFI, FIC, Gigabyte, Lite-On Technology Corporation e USI che vanno ad aggiungersi ad Acer che aveva firmato un accordo similare qualche giorno fa. Si tratta di società  che si occupano di realizzare schede madri che poi vengono utilizzate nei più disparati cloni PC espandendo la quota di ATI.Nelle prossime settimane ATI dovrebbe annunciare anche altri accordi, questa volta con produttori di schede di accelerazione 3D cui cederà  i licenza i suoi processori inaugurando una nuova strategia che la condurrà  a confrontarsi direttamente con Nvidia che, appunto, vende i suoi chip a terze parti e non assembla direttamente schede di accelerazione come fa ATI.Ricordiamo che ATI dovrebbe annunciare tra qualche settimana la Radeon 200, una versione più potente della attuale scheda di fascia alta. Secondo alcune fonti la Radeon 200, che compete con la Nvidia GeForce3, sarà  presentata per la prima volta al MacWorld Expo di New York