Big Blue: chip a consumo zero (quasi)

di |
logomacitynet696wide

Dai laboratori di IBM esce il primo processore in grado di “spegnere” parti inutilizzate di se stesso. Per ora destinato al mercato dei dispositivi da tasca, in futuro anche nei desktop e portatili?

“IBM – si legge in un breve comunicato – introdurrà  il nuovo membro della famiglia dei processori PowerPc 750. Alla Embedded Processor Forum del 2001 IBM aveva rivelato il PowerPc 750CX e 750CXe. Ora IBM ha sviluppato un successore per l’industria embedded che offre in un tempo altre prestazioni e basso consumo come una miglior gestione del bus e della memoria e una incrementata affidabilitià ”
IBM non aggiunge dettagli come velocità , prestazioni e tecnologie che sono invece state precisate nel corso della notte da alcuni siti che le hanno presentate come indiscrezioni e di cui abbiamo dato conto questa mattina.