BitTorrent in Leopard?

di |
logomacitynet696wide

Apple starebbe preparandosi ad integrare nel nuovo Mac OS la tecnologia BitTorrent. Lo scopo: migliorare la capacità  del sistema operativo nel download di grossi file.

Leopard integrerà  il supporto alla tecnologia BitTorrent? Quella che per ora è solo una indiscrezione emerge da alcuni siti specializzati in rumor che sostengono però di avere avuto informazioni precise in merito da fonti solitamente attendibili.

Stando alle ipotesi formulate da MacOsRumors lo scopo che Apple vorrebbe perseguire sarebbe quello di accelerare i download. Grazie a BitTorrent un file può essere scaricato da più fonti massimizzando la banda a disposizione di chi sta acquisendo il file. In pratica si può andare sempre al massimo della velocità  consentita dalla propria connessione, indipendentemente dalla velocità  del sito da cui si sta scaricando.

In questo modo Apple, sostiene ancora il sito, potrebbe supportare al meglio alcuni dei servizi attuali, quali iTunes (quello attuale e il futuro che dovrebbe distribuire film) e la distribuzione di aggiornamenti.

L’aspetto che lascia più perplessi e che limita la credibilità  dell’indiscrezione sarebbe il complesso sistema che, secondo MacOsRumors, Apple dovrebbe mettere in atto per far sì che l’assetto del servizio abbia un senso. In pratica, si apprende dall’articolo, Cupertino chiederebbe ai suoi utenti che hanno già  a disposizione un file di fungere da “donatori di banda” ottenendo in cambio di crediti da spendere in acquisti su iTunes, AppleStore e altri servizi Apple.

Il Mac OS con BitTorrent (una tecnologia un tempo molto popolare per scaricare file illegali ma ora usata, per la sua efficienza, in diversi ambiti di Internet, come ad esempio nel futuro nuovo browser Opera) dovrebbe apparire non nella prima versione del sistema operativo che sarà  dimostrato durante la WWDC di agosto, ma in una beta successiva.