Boot Camp potrebbe triplicare il mercato Mac

di |
logomacitynet696wide

Boot Camp ha un enorme potenziale. Secondo un analista: “potrebbe triplicare la quota di mercato di Apple”. E con iPod effetto moltiplicato.

Boot Camp ha il potenziale per triplicare il mercato di Apple negli Usa ed Europa per incrementare del 75% le vendite annue di Mac. La previsione, che se rispettata avrebbe dello sconvolgente, è di Needham & Co. che l’ha elaborata sulla scorta di un campione di 1600 interviste indirizzate ad utenti Windows.

In base alle risposte l’analista Charles Wolf che ha redatto la ricerca, l’8% degli attuali utilizzatori Win sarebbe disposto a passare a Mac se le macchine di Apple fossero in grado anche di fare girare Windows. La percentuale, per quanto possa sembrare piccola è nei fatti enorme visto che porterebbe Cupertino al 12,2% del mercato americano ed Europeo, un dato enorme perché vorrebbe dire che Apple si collocherebbe al terzo posto negli Usa appena dietro a Dell e Hp. Al di fuori dei due principali mercati occidentali la crescita sarebbe inferiore (dal 2,3 al 4%) perché Europa ed Usa rappresentano solo il 20% del totale dei mercati mondiali.

Ancora più alta la percentuale di coloro che possiedono un iPod disposti a migrare a Mac se le macchine di Apple facessero girare Windows. In questo caso gli switchers sarebbero il 20%. Poiché il numero degli utilizzatori Windows che usano iPod è appena al 13,6% e le stime per il 2010/2012 parlano del 50% (di utenti che avranno oltre ad iPod un qualunque lettore Mp3) si comprende come esistano margini anche più alti. Secondo Wolf.

Tra i problemi che Apple dovrà  affrontare per “scatenare” il potenziale di Boot Camp c’è il fatto che il suo effetto potrebbe non essere sensibile fino al 2008. Secondo Wolf, per altro verso, le vendite di Mac potrebbero decollare solo nel corso del 2007, quando sarà  terminata la migrazione ad Intel.