Broadcom presenta il super processore multimediale per tascabili

di |
logomacitynet696wide

Indicato con la sigla BCM2763 il nuovo processore multimediale Broadcom può non solo riprodurre video full HD a 1080p ma anche registrarli alla stessa risoluzione. Destinato ai dispositivi tascabili delle prossime generazione supporta sensori per fotocamere fino a 20 megapixel e, il costruttore dichiara, anche videogiochi Full HD. I primi campioni sono già disponibili ma per i primi dispositivi che lo integreranno occorre attendere il 2011.

Broadcom ha presentato un nuovo processore multimediale integrato, a basso consumo, destinato ai dispositivi tascabili e smartphone delle prossime generazioni. Indicato con la sigla BCM2763 è in grado non solo di riprodurre video un Full HD a 1080p ma anche di registrare filmati catturati alla stessa risoluzione. Tra le altre caratteristiche sorprendenti di questo nuovo chip ricordiamo la possibilità  di gestire fotocamere fino alla risoluzione di 20 megapixel offrendo allo stesso tempo una serie di funzioni avanzate, molte delle quali fino a oggi limitate alle fotocamere vere e proprie. Ci riferiamo per esempio alla possibilità  di scattare più immagini in un secondo, stabilizzazione delle immagini, rilevamento dei volti e del sorriso e anche la modalità  panoramica.

Il costruttore segnala inoltre la possibilità  di gestire videogiochi in Full HD: questa caratteristica abbinata all’uscita HDMI integrata rende possibile la visualizzazione della grafica avanzata dei giochi su schermi esterni HD. Sempre secondo Broadcom il nuovo processore offre consumi inferiori dal 20% fino al 50% rispetto ai processori VideoCore III multimediali della generazione precedente. Per quanto riguarda le prestazioni il chip è in grado di gestire la riproduzione video a 1080p per 8 ore fino a 10 ore senza interruzioni, mentre per la registrazione alla stessa risoluzione i tempi indicati sono compresi tra le 4 e le 6 ore, ovviamente disponendo di una memoria sufficiente per l’archiviazione.

Secondo le notizie che circolano in rete i primi campioni del nuovo processore multimediale Broadcom sono già  disponibili per i costruttori ma per poter utilizzare i primi dispositivi che lo integreranno occorre attendere fino al 2011. Anche se probabilmente il chip Broadcom non entrerà  a far parte di un nuovo iPhone che verrà , fino a oggi Apple ha utilizzato processori ad hoc per il comparto multimedia, le funzioni offerte illustrano le tendenze e gli sviluppi che ci aspettano per il settore dei tascabili e dei dispositivi mobile.