Bugs a colazione

di |
logomacitynet696wide

C’è chi le promesse le fa e chi le promesse le mantiene. Jason Whong aveva giurato che il software di Ambrosia non avrebbe avuto bisogno di alcun patch e che se così non fosse stato si sarebbe cucinato qualche piatto di bugs, ovvero insetti, veri insetti, al MacWorld Expo. Sfortunatamente per lui il software di Ambrosia ha avuto bisogno di patch…

Mangiarsi scarafaggi pare sia una pratica molto in voga presso alcuni ambienti che benevolmente potremmo definire “alternativi”. Secondo coloro che praticano l’entomofagia le ricette a base di insetti, una volta vinto l’inevitabile ribrezzo, sono nutrienti e perfino benefici. Al proposito sono anche sorti alcuni siti web che presentano ricette e vantaggi della entomofagia, tra cui il più noto è Eatbug.com, ma che la cosa sia seria e i piatti a base di insetti possono avere un futuro lo dimostrano anche le pagine di università  e istituti di ricerca americani.Che cosa c’entra l’entomofagia con il Mac, vi chiederete voi. C’entra, c’entra.Infatti il prossimo MacWorld Expo potrebbe diventare noto anche per essere la prima fiera di computer a presentare una esibizione di mangiatori d’insetti. A subire la punizione, perché qui di punizione si tratta visto che il buongustaio in questione non aveva alcuna intenzione di provare le delizie di questa innovativa cucina, sarà  Jason Whong, ex responsabile di Ambrosia Software. L’incauto Whong aveva infatti dichiarato che si sarebbe mangiato qualche cucchiaiata di insetti (bugs in inglese) se nel software della società  che produce giochi e utilities software fosse stato trovato qualche difetto (sempre bugs nel linguaggio informatico). Essendo stato questo il caso ora Whong, che per ironia della sorte non è più neppure responsabile di Ambrosia, rispetterà  la promessa.Le sedute saranno multiple e si terranno ogni giorno dalle 2 alle 2,30 del pomeriggio presso lo stand di 3dfx. Se qualcuno pensa che questo abbia qualche cosa a che fare con il lancio delle schede Voodoo 5 forse non sbaglia….