Cagni: “Negozi Apple nel 2009, la parte del leone all’Europa”

di |
logomacitynet696wide

Pascal Cagni, presidente di Apple in Europa annuncia ad una rivista francese: “Nel 2009 l’Europa avrà la parte del leone nelle nuove aperture dei nostri negozi”. In prima fila Francia, Germania, Regno Unito, ma anche l’Italia sarà sotto la luce dei riflettori.

I negozi Apple di Milano, Amburgo, Parigi e Montepellier potrebbero non essere gli unici nella lista di Apple. Questo quanto si può intendere da alcune dichiarazioni rilasciare a Pascal Cagni, capo della Mela in Europa. Cagni ha rilasciato le sue dichiarazioni, non molto esplicite ma comunque di un certo interesse alla rivista francese SVM Mac, ripresa da Macgeneration.

Secondo Cagni nei 25 negozi in programma per il 2009 ‘€œla parte del leone la farà  l’€™Europa. Continueremo i nostri sforzi nel Regno Unito e in Germania. Ma anche la Francia vedrà  delle novità  nel corso dei prossimi due o tre anni’€. Tradotto in termini pratici sembra di intendere che Cupertino vuole continuare la strategia che l’€™ha portata ad aprire alcuni mercati per i suoi negozi, sfruttando il know how acquisito nei principali paesi del Vecchio Continente, Germania, Inghilterra e Francia, appunto. Ma anche se l’€™Italia non viene citata dalla rivista francese (o da Cagni) appare evidente da quanto accaduto durante gli ultimi tempi che il nostro paese è nel novero dei paesi di primo piano per la Mela.

A dimostrarlo sono le quote percentuali di mercato, le scelte di visibilità  attuate nel nostro paese e i volumi di vendita, con lo Stivale tra i paesi europei a maggior tasso di crescita Mac in Europa come ha scritto in diverse occasioni Macity; il buon andamento è stato premiato dal primo negozio dell’€™Europa continentale sorto in Italia e ora dalla conferma che con Francia, Germania, Svizzera (quest’€™ultima altra nazione di spessore per percentuale di mercato Apple), ha due negozi in programma. Sembra quindi non del tutto fuori luogo pensare che se la Francia e la Germania vedranno crescere i negozi Apple nei prossimi due o tre anni, lo stesso potrebbe accadere anche in Italia,

Cagni nella sua intervista a SVM Mac tocca anche il delicato tema dei rapporti tra negozi Apple ed Apple Premium Resellers. Secondo Cagni i rivenditori privati non dovrebbero avere troppa paura della concorrenza diretta di Cupertino. A dimostrarlo, dice Cagni, è il caso londinese dove intorno al mega-negozio di Regent Street proliferano diversi APR che stanno facendo buoni affari.